Ultimo aggiornamento alle 8:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

REGIONE

Equilibri contabili, spese obbligatorie e urgenze: ecco i numeri dell’assestamento del bilancio

Il contenuto del Dl approvato dalla Giunta e ora al vaglio del Consiglio. Manovra da 29 milioni. La partita dei crediti e dei debiti con Sorical

Pubblicato il: 21/11/2023 – 16:15
Equilibri contabili, spese obbligatorie e urgenze: ecco i numeri dell’assestamento del bilancio

CATANZARO La tutela degli equilibri di bilancio, il rispetto delle osservazioni effettuate dalla Corte dei conti in merito alla circolarizzazione dei crediti e dei debiti con le società e gli enti strumentali, in particolare con Sorical, la copertura di spese obbligatorie e di debiti pregressi e il finanziamento di specifici settori che hanno evidenziato una maggiore necessità di risorse, come lo start del Consorzio unico di bonifica o la manutenzione delle strade provinciali. Sono queste le linee di intervento su cui la Giunta regionale presieduta dal governatore Roberto Occhiuto indirizza l’assestamento del Bilancio della Regione per il triennio 2023-2025: il relativo disegno di legge, proposto dallo stesso Occhiuto e  approvato dall’esecutivo nella seduta di ieri, è stato già trasmesso in Consiglio regionale per l’esame nella seconda Commissione (domani e venerdì) e prevedibilmente per il definitivo via libera nella seduta d’aula di lunedì 27 novembre, considerando la scadenza del 30 novembre.

I numeri della manovra

Secondo quanto si legge nella relazione al disegno di legge, «la manovra di assestamento dell’entrata vale euro 29.684.999,99 milioni per il 2023, 2.453.690,45 milioni per il 2024 e 1.427.972,49 milioni per il 2025». La manovra in entrata – prosegue la relazione – «è costituita, quindi, dalle seguenti voci: dall’applicazione in bilancio delle quote vincolate presenti nell’avanzo di amministrazione per euro 1.539.888,01. L’utilizzo di tali quote vincolate si è reso necessario al fine di eliminare le discrasie emerse in fase di circolarizzazione dei debiti e dei crediti tra Regione e Sorical, a chiusura dell’esercizio finanziario 2022 e rilevate anche dalla magistratura contabile,  dalle maggiori entrate di euro 10.016.577,56 derivanti dalla restituzione dell’avanzo libero da parte del Consiglio regionale, da maggiori entrate pari ad euro 9.872.159,13 nell’anno 2023 ed euro 1.000.000,00 nell’anno 2024 che si riferiscono a crediti complessivamente vantati nei confronti di Sorical S.p.a., da maggiori entrate per euro 1.047.465,54 che riguardano il rimborso, da parte di Cassa depositi e prestiti, di somme per mutui scaduti e non somministrati contratti con gli enti locali e il cui onere è posto a carico della Regione».

La manovra sulla spesa

Per quanto riguarda la spesa, nella relazione al disegno di legge sull’assestamento si specifica che «la scelta effettuata dalla Giunta è stata al momento quella di destinare tali risorse in via prioritaria alla tutela degli equilibri di bilancio, alla copertura di spese di carattere obbligatorio, alla copertura di debiti pregressi e, infine, per implementare le dotazioni finanziarie necessarie a garantire il maggiore fabbisogno manifestatosi nel corso dell’anno in specifici settori». Più in dettaglio – si riporta nella relazione – «la disponibilità di risorse, comprese quelle derivanti dalle riduzioni di spesa, è destinata: 1) per il 30% circa alla tutela degli equilibri di bilancio a alla necessità di ottemperare agli impegni assunti con il Governo, attraverso l’accantonamento a fondo crediti di una parte importante delle maggiori entrate (12,3 milioni di euro), l’implementazione del fondo necessario a garantire la copertura della spesa derivante da atti giudiziali di pignoramento per 1,64 milioni di euro, l’ulteriore accantonamento di euro 286.656,67 a fondo contenzioso, l’incremento per euro 867.612,57 del fondo perdite delle società, l’incremento per euro 200.863,03 del fondo di garanzia debiti commerciali, la maggiore provvista di 1,5 milioni di euro destinata al fondo per le spese obbligatorie; 2) per il 65% circa alla copertura di obbligazioni nei confronti di enti o società. In particolare è stato necessario prevedere specifici stanziamenti da destinare alle regolazioni finanziarie con gli stessi, al fine di colmare riallineare la circolarizzazione dei crediti e dei debiti, anche in base alle indicazioni della Corte dei conti in sede di parifica del rendiconto 2022. Una somma di 1 milione di euro è destinata alle operazioni necessarie all’avvio del nuovo Consorzio di bonifica; 3) per la parte restante (il 5% circa) al finanziamento di poste di bilancio ritenute necessarie (come quelle destinate al settore della qualità dell’aria e delle aree protette), oppure insufficienti» (quali ad esempio quelle destinate alle indennità per gli emotrasfusi di cui alla legge 210/92, al diritto allo studio, alla manutenzione delle strade provinciali, per la quale si prevedono 500mila euro da stanziare alle Province). Una norma dell’assestamento inoltre autorizza la Giunta regionale a concedere «un contributo di euro 500.000,00 all’Associazione Angela Serra per la Ricerca sul cancro, organizzazione di volontariato Sezione Locride per la realizzazione del progetto N.O.L.E. (Nuova Oncologia Locri Epizefiri), volto alla rifunzionalizzazione dell’area oncologica dell’ospedale di Locri». Infine, un’altra norma prevede che «le somme rimborsate dallo Stato a valere sulle risorse del Piano Sviluppo e Coesione della Regione Calabria, a fronte degli interventi facenti parte del “Completamento della Schema idrico sulla Diga del Torrente Menta”, già realizzati ed il cui costo è stato interamente sostenuto con oneri a carico della Regione, rientrano nella disponibilità del bilancio regionale per l’importo già certificato di euro 41.190.531,84 e per il quale è stata formulata la richiesta di erogazione da parte dell’Autorità responsabile del Psc e dell’organismo di certificazione della spesa». (a. c.)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x