Ultimo aggiornamento alle 13:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la dichiarazione

Meloni: garantire sicurezza è strumento di crescita economica

La premier: indebolire mafia, ‘ndrangheta, camorra e chi ha bivaccato su uno Stato debole

Pubblicato il: 23/11/2023 – 18:01
Meloni: garantire sicurezza è strumento di crescita economica

ROMA Promuovere la sicurezza non serve solo a proteggere i soggetti più deboli ma anche a favorire la crescita economica: lo ha sostenuto la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, nel corso del question time in aula al Senato, rispondendo a una interrogazione del gruppo della Lega sulle misure in materia di sicurezza, in particolare nei contesti urbani. «Il Governo – ha spiegato – ha varato diversi provvedimenti in materia di sicurezza. Lo abbiamo fatto e lo facciamo perché garantire sicurezza non ci permette semplicemente di difendere i più fragili, alla fine la sicurezza serve soprattutto a chi è più debole: senza sicurezza è impossibile garantire un ambiente favorevole alla crescita economica».
«Penso ad esempio al dispiegamento di 800 militari nelle stazioni e le norme dl sicurezza come il divieto di accesso nelle metropolitane e nelle stazioni per chi è stato già condannato per rapine e furti, reati commessi in quei luoghi. Sono norme di buon senso che difendono i cittadini italiani ma anche i turisti e il turismo è un asset economico per l’Italia. Se la gente non viene più derubata sui mezzi pubblici la nostra reputazione migliora, i flussi turistici aumentano, aumentano la crescita e l’occupazione».
Sempre in tema di sicurezza, la premier ha rivendicato le norme contro le occupazioni degli immobili: «Dire che la proprietà privata è sacra, dire che un immobile non si può occupare e che se occupi illegalmente la polizia interviene immediatamente quando il proprietario fa la denuncia invece di lasciarlo ad aspettare anni». In questo modo, ha spiegato ancora Meloni, «ci sarebbero più immobili a disposizione del mercato e probabilmente questo contribuirebbe a calmierare i prezzi». L’obiettivo, ha affermato ancora la presidente del Consiglio, è «tornare a essere una nazione seria nella quale le regole sono rispettate e si crea un ambiente corretto per l’economia. Strappare alla criminalità le zone franche, le zone abbandonate, le Caivano di turno vuol dire rimettere interi territori di questa nazione a lavorare e a produrre nel rispetto delle regole», significa «rafforzare l’economia italiana e indebolire mafia, ‘ndrangheta, camorra e chi ha bivaccato – ha concluso Meloni – su uno stato che era debole».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x