Ultimo aggiornamento alle 22:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’emergenza

Operatori aggrediti nel Vibonese, il Garante della Salute chiede un tavolo in Prefettura

Stanganelli esprime «profonda preoccupazione per vicende che, nel tradursi in aggressioni minano la sicurezza nella sanità»

Pubblicato il: 07/01/2024 – 11:39
Operatori  aggrediti nel Vibonese, il Garante della Salute chiede un tavolo in Prefettura

VIBO VALENTIA Anna Maria Stanganelli, Garante della Salute della Regione Calabria, ha richisto al prefetto di Vibo Valentia l’istituzione di un tavolo provinciale di coordinamento e sicurezza in tema di aggressioni al personale medico e paramedico. Nella richiesta si fa riferimento ai “gravi episodi di violenza commessi ai danni di professionisti sanitari soprattutto nei Pronto soccorso e nelle postazioni di continuità assistenziale, ovvero laddove i servizi sono particolarmente caratterizzati da una gestione di situazioni di emergenza e da prestazioni di elevata complessità, ultimo in ordine di tempo quello ai danni di personale sanitario in una postazione di continuità assistenziale di Soriano Calabro”. Il Garante regionale della salute esprime “profonda preoccupazione per vicende che, nel tradursi in aggressioni fisiche, verbali o di comportamento, minano la sicurezza nella sanità rendendo più vulnerabile l’ambiente di lavoro. Tali atti di violenza perpetrati ai danni degli operatori sanitari e/o delle strutture all’interno delle quali gli stessi operano, costituiscono una vera e propria emergenza, con forti ripercussioni sull’operatività e sull’organizzazione dei presidi sanitari e delle postazioni, paralizzando inevitabilmente nell’immediato la prestazione assistenziale, rendendo meno tempestiva ed efficiente la risposta ai bisogni di cura degli altri utenti, minando altresì il diritto fondamentale dei cittadini alla salute e la garanzia che agli utenti venga garantito l’accesso alle cure”. Pertanto “considerata la necessità di avviare un lavoro sinergico da parte delle istituzioni, per offrire un segnale forte nella direzione della deterrenza e repressione del fenomeno che purtroppo non accenna ad arrestarsi raggiungendo livelli di guardia molto preoccupanti in tutto il territorio nazionale;  considerato l’impegno di quest’Ufficio che già nei mesi scorsi aveva comunicato di aver avviato tutte le iniziative necessarie per la costituzione di parte civile del Garante della Salute della Regione Calabria in tutti i procedimenti penali per aggressione fisica e verbale ai danni del personale sanitario, avendo altresì inviato ai Presidenti degli ordini dei medici calabresi una missiva invitandoli a collaborare per stringere le maglie di una rete istituzionale che consentisse di  individuare e prevenire tempestivamente eventuali comportamenti o situazioni di pericolo e allo stesso tempo si adoperasse con iniziative mirate a promuovere la cultura della non violenza nei confronti di una categoria che quotidianamente si adopera in prima linea con enormi sacrifici e abnegazione per garantire il nostro diritto sancito costituzionalmente” il Garante regionale della Salute chiede al prefetto di Vibo Valentia di voler valutare l’opportunità di convocare e istituire in via d’urgenza un tavolo dedicato di coordinamento e sicurezza in tema di aggressioni al personale medico e paramedico con tutti gli attori coinvolti per la messa in atto di opportune iniziative di prevenzione e protezione come la stipula e l’ampliamento di protocolli operativi con le forze dell’ordine, in un’ottica di promozione di tutela della salute dei lavoratori e di crescita virtuosa di una cultura condivisa sul fenomeno da parte dei diversi portatori di interessi”.

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x