Ultimo aggiornamento alle 16:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

anno giudiziario

Distretto di Catanzaro, il dato in controtendenza: aumenta la produttività nel settore civile

La relazione della Corte d’appello: trattato un numero di affari superiori a quelli sopravvenuti. «Prematura una stima sulla Riforma Cartabia»

Pubblicato il: 27/01/2024 – 11:21
Distretto di Catanzaro, il dato in controtendenza: aumenta la produttività nel settore civile

CATANZARO «Nel periodo di riferimento si registra nei Tribunali del Distretto, nel settore civile ordinario, un incremento della produttività avendo tutti gli uffici evaso un numero di affari superiore a quelli sopravvenuti, tranne il Tribunale di Vibo Valentia che registra un lieve ritardo in quanto sconta l’elevato turn over di giudizi e la necessitata maggiore concentrazione delle risorse nel settore penale, dato il numero elevato e la mole dei processi Dda trattati nel periodo in esame. Tuttavia, va rilevato il dato del consistente arretrato che si registra nel Tribunale di Catanzaro che vede pendenti 12.107 procedimenti civili». Lo sottolinea il presidente facente funzioni della Corte d’appello di Catanzaro, nella relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario del Distretto. «I tempi di definizione – si legge nella relazione – sono in miglioramento anche se ancora non soddisfacenti, in quanto i risultati conseguiti non si traducono ancora in una adeguata riduzione degli stessi, proprio per la priorità data alla definizione dei procedimenti più risalenti nel tempo che quando vengono conclusi pesano sui tempi medi. Riguardo alla riforma Cartabia – rileva Reillo – si è evidenziato come l’idea di fondo che accompagna le modifiche del rito nel settore civile è quella che riducendo i termini processuali e le udienze si possa avere una giustizia più rapida, dimenticando che il collo di bottiglia è la decisione, che dovendo essere ponderata e motivata non può essere un prodotto seriale e indefinito a livello qualitativo. Con ciò ribadendo, anche quest’anno, la necessità di mantenere alta l’attenzione sulla qualità dei provvedimenti. Concordemente – rileva infine il presidente ff della Corte d’appello di Catanzaro –  i presidenti dei Tribunali riferiscono che nel periodo di interesse non è possibile fare una stima apprezzabile degli effetti della riforma sul contenzioso e sulla definizione dei procedimenti, data la brevità del lasso temporale di applicazione».  (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x