Ultimo aggiornamento alle 18:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la proposta

La Lega chiede il “terzo mandato” per i presidenti di Regione

Lo prevede un emendamento al dl Elezioni presentato in commissione Affari costituzionali al Senato

Pubblicato il: 12/02/2024 – 17:41
La Lega chiede il “terzo mandato” per i presidenti di Regione

ROMA La Lega chiede il “terzo mandato” per i presidenti di Regione. Lo prevede un emendamento leghista al dl Elezioni presentato in commissione Affari costituzionali al Senato, a firma Tosato, Bizzotto e Stefani. Va in direzione opposta agli emendamenti della Lega invece quello di M5s (prima firma di Alessandra Maiorino) che invece sopprime il comma del decreto che introduce il terzo mandato per i comuni tra i 5.000 abitanti e i 15.000 e abroga qualsiasi limite per i comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti. Nei circa 40 emendamenti depositati (la maggior parte dai gruppi di maggioranza), vengono anche avanzate proposte su altre questioni riguardanti le elezioni negli Enti locali o la prossima tornata dell’8 e 9 giugno. Tutti e tre i partiti di maggioranza chiedono, per esempio, che il rinnovo delle elezioni provinciali sia differito dalla primavera al 29 settembre. In proposito va ricordato che proprio la Commissione Affari costituzionali sta esaminando un ddl bipartisan che ripristina l’elezione diretta degli organi delle province: un loro differimento aprirebbe la possibilità ad una approvazione del Parlamento in tempo per una immediata applicazione.
Secondo il leader di Azione Carlo Calenda. «Ci sarà dopo le elezioni europee e bisognerà vedere se il governo avrà la forza di annullarlo, secondo me non avrà la forza di annullarlo quindi ci sarà e quindi De Luca correrà». «Siamo l’unico paese europeo oltre al Lussemburgo con un limite di mandate per i sindaci. Negli altri paesi europei non c’è nessun limite. Noi, come Consiglio Nazionale dell’Anci, abbiamo chiesto all’unanimità l’eliminazione dei mandati o di arrivare a tre mandati perché lo riteniamo giusto». Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, al Corriere Tv. «Se abbiamo dato il terzo mandato a 7.200 comuni, fino ai 15mila abitanti, ritengo che anche gli altri 730 debbano avere la stessa possibilità per questo abbiamo scritto una lettera a tutti i parlamentari, che non hanno limiti di mandato», ha aggiunto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x