Ultimo aggiornamento alle 10:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

spazzatour

Rende, la discarica a cielo aperto dietro un supermercato. «Non ne possiamo più» – VIDEO

L’allarme di residenti e commercianti: «Nonostante le segnalazioni nessuno ci ascolta. Siamo la periferia della periferia»

Pubblicato il: 23/02/2024 – 8:04
di Francesco Veltri
Rende, la discarica a cielo aperto dietro un supermercato. «Non ne possiamo più» – VIDEO

RENDE Sacchi pieni zeppi di rifiuti, scarti di lavorazione, plastica, assi di legno, elettrodomestici e tanto altro. Il problema dei rifiuti non riguarda solo Cosenza, ma arriva fino a Rende, città commissariata che il governo regionale vorrebbe unire proprio alla città dei bruzi. Il nostro “Spazzatour” questa volta si trasferisce oltre Campagnano, precisamente in via Vittorio Alfieri (angolo di via De Amicis), a pochi passi dal supermercato Conad, a circa cento metri di distanza dalla stazione dei Carabinieri. Come ci segnalano alcuni residenti ed esercenti, ormai da tempo, già in piena amministrazione Marcello Manna, in quell’area «si continua a scaricare di tutto, non ne possiamo più. Nonostante le segnalazioni ai carabinieri e alla polizia locale, la situazione ciclicamente si ripete e i rifiuti aumentano senza che nessuno intervenga».


Dunque, quella che doveva essere un’area fiore all’occhiello per le numerose attività commerciali esistenti, in breve tempo è diventata una lunga strada che nulla ha da invidiare alle discariche a cielo aperto del Cosentino. «Qui – ci raccontano alcuni residenti – i miasmi dell’immondizia, complice anche il caldo anomalo di questo periodo, rendono l’aria irrespirabile». Effettivamente, come si può notare dalle immagini in basso, metri di pattume, mobilio, materassi, frigoriferi e carcasse di topi e gatti, stanno invadendo la strada. «Sembra una filiale all’aperto di Calabra Maceri – dice scherzosamente, ma neanche tanto, un commerciante del quartiere –, qui è sempre così, siamo la periferia della periferia. L’immondizia è parte integrante del paesaggio, sarebbe questo il decoro urbano?».
Una situazione che i residenti hanno segnalato da tempo alle autorità competenti con un’ampia documentazione fotografica che certifica «la presenza di rifiuti di ogni genere che non è più possibile differenziare. Qui ormai è il caos», ci dicono con sconforto. (f.veltri@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x