Ultimo aggiornamento alle 23:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il giallo

Ucciso il marito dell’eurodeputata Francesca Donato

Angelo Onorato è stato trovato in auto con una fascetta stretta attorno al collo

Pubblicato il: 25/05/2024 – 17:08
Ucciso il marito dell’eurodeputata Francesca Donato

PALERMO Trovato morto nella propria auto l’architetto Angelo Onorato a Palermo. La vittima è il marito dell’eurodeputata della Democrazia Cristiana, Francesca Donato. Il ritrovamento è avvenuto nella parallela di via Ugo La Malfa. Indaga la polizia. L’uomo è stato trovato con una fascetta di plastica stretta attorno al collo, a bordo della propria auto. La moglie sembra che lo cercasse da questa mattina, con messaggi e chiamate. Secondo gli investigatori della Squadra Mobile di Palermo, guidata da Marco Basile, è molto probabile che un’altra persona abbia stretto la stringa di plastica al collo dell’architetto, titolare di due negozi di arredamento. Gli inquirenti hanno trovato la porta posteriore del Suv socchiusa, segno che qualcuno potrebbe essere salito nei sedili posteriori del fuoristrada. L’ipotesi che Onorato si sia infilato la fascetta dalla testa è altamente improbabile perché il suo diametro massimo (alla massima apertura) è inferiore a quello della testa.

Angelo Onorato

Gli specialisti della polizia scientifica stanno analizzando ogni traccia nell’auto e nella zona attorno al veicolo che è stata subito recintata. A dare l’allarme sono stati alcuni passanti che hanno notato il corpo di Onorato riverso in avanti. Sulla camicia all’altezza del torace una vistosa macchia di sangue che, con ogni probabilità, è fuoriuscito dalla bocca dopo il soffocamento. Questo in un primo momento avrebbe fatto pensare a un colpo di pistola al cuore ma sul corpo di Onorato non ci sono ferite compatibili con un colpo d’arma da fuoco. Anche la moglie Francesca Donato ha dato l’allarme alla centrale del numero unico per le emergenze, segnalando che il gps dell’auto del marito era ferma da ore in quel punto della bretella di viale Regione Siciliana. Le ipotesi degli inquirenti al momento sono comunque due: omicidio e suicidio. Quest’ultima non viene però presa in considerazione dagli amici dell’imprenditore. E tanto meno dalla moglie: «hanno ucciso mio marito Angelo» ha detto subito ad alcuni amici che l’hanno chiamata per capire se la vittima fosse realmente il marito.

L’eurodeputata Donato, da Eurexit alla Lega e poi alla Dc

Si erano sposati 25 anni fa, Francesca Donato, europarlamentare in carica e vice segretaria della Dc, e Angelo Onorato. Originaria di Ancona, nelle Marche, Donato s’era trasferita nel capoluogo siciliano subito dopo il matrimonio, dove sono nati i suoi due figli, Salvatore e Carolina, di 25 e 21 anni, vivendo con la famiglia in una villa a Mondello. Dalla Sicilia è partita la sua attività politica, cominciata con la costituzione dell’associazione “Progetto Eurexit“, critica nei confronti della moneta unica europea. Contemporaneamente la Donato porta avanti col marito l’impresa “Casa ambienti nella Vita“, società commerciale con diverse sedi a Palermo. Il suo primo tentativo elettorale risale a dieci anni fa, quando con la Lega si candida alle europee nelle circoscrizioni Italia insulare e Nord-orientale, ottenendo circa 6 mila preferenze senza essere eletta. Ci riprova cinque anni dopo, questa volta con successo: viene eletta a Bruxelles nella circoscrizione Isole con 28.460 preferenze. Nel Parlamento Ue è stata componente del gruppo Identità e Democrazia, membro titolare nelle commissioni Regi (sviluppo regionale), Econ (politiche economiche monetarie) e nella delegazione all’Assemblea parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo. Su posizioni contrarie al green pass e al vaccino anti covid durante la pandemia, tre anni fa lascia la Lega per fondare l’associazione politica Rinascita Repubblicana, e poco dopo si candida a sindaco di Palermo, ottenendo il 3,15% (6.510 voti), risultato che non le permette di entrare consiglio comunale. Alle politiche affianca la lista Per le elezioni politiche del 25 settembre 2022, Rinascita Italia si schiera con la lista “Italia sovrana e popolare” da cui poi si allontana. Un anno fa l’abbraccio con Totò Cuffaro. Donato diventa vice segretaria della Dc, poi commissaria del partito in Sardegna. Alle europee dell’8 e 9 giugno, la Dc voterà per candidati di altre liste, non avendo trovato accordi con gli altri partiti. Donato, a breve, lascerà dunque l’incarico a Bruxelles. Il suo nome è nella rosa dei candidati per l’ingresso nella giunta di Renato Schifani se il presidente della Regione, dopo il voto, procederà al rimpasto.

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x