Ultimo aggiornamento alle 23:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’inchiesta

‘Ndrangheta vibonese e narcotraffico: chiuse le indagini per 19 persone – I NOMI

La Direzione distrettuale antimafia ha chiuso uno dei tronconi della maxi inchiesta “Maestrale” legato allo spaccio di droga

Pubblicato il: 14/06/2024 – 18:17
di Giorgio Curcio
‘Ndrangheta vibonese e narcotraffico: chiuse le indagini per 19 persone – I NOMI

VIBO VALENTIA I pm della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro (Irene Crea, Andrea Buzzelli, Annamaria Frustaci e Antonio De Bernardo) hanno notificato la conclusione delle indagini per 19 persone, tutti ritenute appartenenti ad un’associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, operante sul territorio della provincia di Vibo Valentia e con ramificazioni e contatti sul territorio nazionale e internazionale, e coinvolte nel blitz del 26 marzo scorso. Nella fase investigativa, gli inquirenti sarebbero riusciti ad individuare e in Sud America e in Albania fonti di approvvigionamento di ingenti partite di marijuana, hashish e cocaina. Droga che, una volta arrivata in Italia, sarebbe stata trasportata e ceduta sia nella zona di Vibo Valentia che nelle zone di Caltanissetta, Cosenza, Napoli, Asti, ed in Toscana e in tutto il Nord Italia.  

I ruoli e le accuse

Secondo l’accusa a capo dell’associazione ci sarebbe Michele Galati, insieme a Giuseppe Antonio Accorinti (a giudizio in un altro processo) «sia con riferimento alle attività di acquisto, trasporto e successiva cessione o vendita dello stupefacente ai soggetti dediti all’attività di spaccio, sia con riferimento alle attività di custodia e occultamento dello stupefacente». Domenico Galati, invece, sarebbe il «finanziatore» secondo la Dda di «ingenti quantitativi di sostanza stupefacente» ma avrebbe avuto anche il compito di «reperire e detenere peri il sodalizio la sostanza stupefacente».

La Dda ha quindi chiesto il processo per:

  1. Accorinti Giuseppe Antonio;
  2. Arena Rocco;
  3. Ascone Rocco;
  4. Ascone Salvatore;
  5. Barbieri Francesco;
  6. Bartone Angelo;
  7. Cappellano Bruno;
  8. Fusca Cono Rocco;
  9. Galati Armando;
  10. Galati Domenico;
  11. Galati Michele;
  12. Mancuso Emanuele;
  13. Mangone Francesco;
  14. Mestano Saverio;
  15. Mazzeo Michele Silvano;
  16. Navarra Giuseppe;
  17. Navarra Valerio;
  18. Nicolae Laurentiu Gheorghe;
  19. Rettura Simone.

Del collegio difensivo fanno parte gli avvocati: Luca Cianferoni, Tommaso Zavaglia, Michele Novella, Luigi Luppino, Antonio Caruso Salvatore Staiano, Sergio Rotundo, Mariantonietta Iorfida Pietro Chiodo, Luigi La Scala, Giuseppe Bagnato, Giuseppe De Luca, Diego Brancia, Giovanni Vecchio, Giuseppe Di Renzo, Pamela Tassone e Francesco Schimio. (g.curcio@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x