Ultimo aggiornamento alle 15:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Comunali Vibo, verso il ballottaggio: attesa a breve la decisione del centro

Per Romeo e Cosentino ultima settimana di campagna elettorale. Nessun accordo ufficiale, ma diverse le discussioni con le correnti centriste

Pubblicato il: 16/06/2024 – 18:15
Comunali Vibo, verso il ballottaggio: attesa a breve la decisione del centro

VIBO VALENTIA Era finita senza colpi di scena la campagna elettorale prima delle elezioni dell’8 e 9 giugno. Poi, però, è arrivato il voto, con il passaggio a “sorpresa” di Enzo Romeo al ballottaggio contro il centrodestra di Roberto Cosentino. Più che il risultato, sorprendenti sono state le modalità, con percentuali ribaltate dal voto disgiunto, l’elemento chiave che ha consentito al candidato di centrosinistra di vincere nel testa a testa con Francesco Muzzopappa. «Un voto disgiunto strategico» ha commentato a caldo al Corriere della Calabria il candidato di centro, considerando che senza quei voti, arrivati per Romeo per lo più dal centrodestra, sarebbe passato lui al ballottaggio. E che, invece, adesso si ritrova ad essere ago della bilancia per l’elezione della prossima amministrazione.

Il centrodestra si ricompatta

Mentre il centrosinistra “festeggia” comunque un ottimo dato, segnando il ritorno al ballottaggio dopo 15 anni, il centrodestra si interroga sul risultato «sotto le aspettative» del primo turno. Cosentino si è fermato al 38%, nonostante nelle varie dichiarazioni pre-elettorali del centrodestra non si nascondeva la volontà di vincere senza passare dal ballottaggio. «Ci mancano pochi punti alla vittoria al primo turno» diceva l’ex senatore Francesco Bevilacqua pochi giorni prima del voto in un incontro a supporto di Cosentino. Forse in pochi si aspettavano un dato sotto il 40%, che ha avuto come conseguenza l’”allarmare” le file del centrodestra che hanno richiamato i propri colleghi di partito alla compattezza. E così, effettivamente, il centrodestra si è “ricompattato” intorno a Roberto Cosentino, chiamato questa volta a dare “qualcosa in più” nella fase finale della campagna elettorale. D’altronde lo stesso centrodestra è consapevole che, pur avendo vinto il primo turno, nulla è scontato al ballottaggio. Lo dimostrano le elezioni comunali del 2010, quando Nicola D’Agostino (28%) fu battuto al primo turno dallo sfidante Michele Soriano (41%), per poi ribaltare a suo favore il risultato al secondo turno con un 59%.

La campagna elettorale

E, infatti, il dibattito politico si è di colpo “infiammato” con un primo scontro tra Enzo Romeo e Tonino Daffinà, oltre ai botta e risposta tra i due candidati. Su una cosa, tuttavia, concordano: nessuno dei due vuole, almeno ufficialmente, “apparentamenti” con il centro. «Parleremo alla gente» ha detto Cosentino, «il nostro unico accordo sarà con i cittadini» ha “risposto” Romeo. Al di là delle dichiarazioni ufficiali, che ci siano già stati e continuano discorsi da entrambe le parti con gli esponenti di centro è un po’ il segreto di pulcinella. A breve è, infatti, atteso il “verdetto” dalla coalizione di centro su quale dei due candidati supportare. Da verificare, soprattutto, se sarà una decisione compatta e condivisa da tutte le correnti, come preannunciato da Muzzopappa, o se ci saranno “spaccature”.

Le “correnti” del centro

Mentre la parte pitariana ha mostrato più volte un'”insofferenza” nell’eventuale supporto al centrosinistra, diverso è il discorso per il gruppo di Identità Territoriale guidato da Anthony Lo Bianco, forte degli oltre 400 voti personali. Restano poi da capire le mosse di Insieme al centro con Maria Rosaria Nesci, la seconda candidata con più voti ed esponente di Noi Moderati. Il partito di Maurizio Lupi è a livello nazionale legato al centrodestra, ma in ambito locale si tratta di dinamiche che rivestono meno importanza. Lo sa bene anche Azione di Francesco De Nisi, che su territorio regionale supporta la giunta di centrodestra di Occhiuto, ma che non ha escluso, in passate interviste, un supporto al centrosinistra vibonese. In tutto, un bottino da circa 5000 voti capace di ribaltare il risultato. Con l’eventualità che, in caso di spartizione dei voti, assisteremmo alle elezioni più equilibrate degli ultimi anni. (Ma.Ru.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x