Ultimo aggiornamento alle 7:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il fatto

Spari contro l’impresa che sta realizzando la Trasversale delle Serre, indagano i Carabinieri

Durante la notte le strutture del cantiere Anas a Vazzano sono state raggiunte da colpi di arma da fuoco. Al vaglio le telecamere di sicurezza

Pubblicato il: 19/06/2024 – 12:14
Spari contro l’impresa che sta realizzando la Trasversale delle Serre, indagano i Carabinieri

VIBO VALENTIA Grave atto intimidatorio nei confronti dell’impresa che si sta occupando dei lavori sulla Trasversale delle Serre per conto di Anas, nel comune di Vazzano. Durante la notte alcuni mezzi di lavoro sono stati raggiunti da colpi di arma da fuoco. Un uomo col volto travisato ha sparato colpi d’arma da fuoco contro le strutture del cantiere che si trova a Vazzano, nel vibonese, e quella che ospita la vigilanza. Ed è stato proprio il personale di vigilanza a notare l’uomo e a dare l’allarme. Le indagini sono condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia che non escludono alcuna ipotesi sul movente dell’intimidazione, dal racket al gesto di un singolo magari risentito per un qualche motivo con la ditta. Gli investigatori stanno ora visionando le telecamere degli impianti di sicurezza della zona per cercare di risalire all’identità dell’autore. 

La condanna di Libera e Uil

«Ancora un atto violento e dal chiaro segnale intimidatorio nella nostra provincia». Lo scrive il coordinamento provinciale di Libera Vibo Valentia a proposito dell’atto intimidatorio a Vazzano. «Monitoriamo con attenzione la situazione certi che le forze dell’ordine daranno in tempi celeri risposte certe e concrete». Ferma condanna espressa anche dalla FenelUil Calabria che, in una nota, scrive: «Esprimiamo la più ferma condanna per il grave episodio avvenuto la notte scorsa nel comune di Vazzano. Questo atto vile e intimidatorio colpisce un progetto di fondamentale importanza per lo sviluppo infrastrutturale del territorio e rappresenta un attacco non solo alle istituzioni ma anche a tutti i lavoratori coinvolti. La FenealUil Calabria esprime piena solidarietà a tutti i lavoratori del cantiere e alle loro famiglie, ribadendo il proprio impegno nella tutela dei diritti e della sicurezza dei lavoratori. La nostra organizzazione chiede alle autorità competenti di fare piena luce su quanto accaduto, assicurando i responsabili alla giustizia e garantendo un ambiente di lavoro sicuro e sereno. Episodi come questo evidenziano la necessità di rafforzare ulteriormente i protocolli di legalità e le misure di sicurezza nei cantieri. È indispensabile che tutti i soggetti coinvolti nel settore delle costruzioni collaborino per prevenire e contrastare ogni forma di intimidazione e illegalità, al fine di favorire uno sviluppo infrastrutturale sano e sostenibile per la Calabria. La FenealUil Calabria continuerà a monitorare attentamente la situazione e a supportare tutte le iniziative volte a garantire la sicurezza e il benessere dei lavoratori, convinta che solo attraverso la legalità e la giustizia sia possibile costruire un futuro migliore per il nostro territorio».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x