Ultimo aggiornamento alle 16:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Gas, la Cgil difende il terminal di Gioia Tauro

«Dopo la decisione dei Ministeri all`Ambiente e Sviluppo che hanno dato il loro definitivo nulla osta, con le garanzie ambientali richieste, al progetto di costruire il rigassificatore a Gioia Taur…

Pubblicato il: 01/03/2012 – 15:22
Gas, la Cgil difende il terminal di Gioia Tauro

«Dopo la decisione dei Ministeri all`Ambiente e Sviluppo che hanno dato il loro definitivo nulla osta, con le garanzie ambientali richieste, al progetto di costruire il rigassificatore a Gioia Tauro, nell`ambito del piano nazionale energetico al fine di accrescere l`autonomia energetica del Paese, ribadiamo che questa è una decisione importante e positiva». E` quanto si afferma in una nota della segreteria regionale della Cgil, destinata ad alimentare le polemiche intorno alla programmazione dell`opera da parte della società Med-Gas. «E` un investimento consistente (circa un miliardo) – prosegue la nota della Cgil – con significative ricadute occupazionali nella costruzione e gestione dell`impianto e un`occasione per rilanciare la dimensione industriale dell`area di Gioia Tauro. La Cgil Calabria conferma l`impegno profuso fin qui e ora vuol esserlo anche nella fase realizzativa. Questa decisione è anche l`occasione per ridisegnare un nuovo piano energetico regionale che deve vedere un chiaro progetto che vada verso il superamento delle energie mature e fossili. La Calabria deve essere protagonista delle energie rinnovabili della terza rivoluzione industriale per accrescere sviluppo e lavoro». Il sindacato della Camusso, in effetti, ha sempre difeso una programmazione che, va ricordato, ha superato da tempo il vaglio delle istituzioni locali che hanno dato parere favorevole in ogni conferenza dei servi. «La Cgil regionale – prosegue la nota della segreteria regionale – ritiene urgente che da parte della Regione si proceda alla definizione di un nuovo piano energetico regionale, tenendo conto che la Conferenza Stato – Regioni ha definito la ripartizione delle quote per le energie rinnovabili da raggiungere entro il 2020. La Cgil si farà promotrice dell`attivazione di un Forum delle energie rinnovabili distribuite chiedendo alle forze imprenditoriali, al sistema universitario e alla ricerca, a tutte le associazioni interessate di costruire insieme uno spazio pubblico di discussione, analisi e proposte. In questo ambito la Cgil Calabria si sente impegnata a realizzare quanto sottoscritto dalle Confederazioni nazionali e Confindustria nell`avviso comune per la efficienza energetica del nostro Paese che potrebbe portare forte impulso al sistema industriale, manifatturiero nei settori trainanti (edilizia, trasporti, motori elettrici, illuminazione pubblica e privata, ecc..)». La difesa dell`impianto, da parte della Cgil, è destinata a incrinare il fronte locale che da qualche settimana a questa parte – da quando cioè il ministro Clini ha rilanciato l`orgomento – si era rianimato attorno ad una posizione di crontrarietà espressa dai sindaci di Gioia Tauro e Rosarno, che avevano annunciato la convocazione di una conferenza intercomunale. «La Cgil ribadisce – è detto ancora nella nota – la sua decisione di sostenere con forza le energie rinnovabili quali il fotovoltaico, il solare termico, eolico, biomasse e l`attivazione di nuove e moderne reti. La Cgil esprime la propria opposizione all`utilizzo di nuovi impianti termici alimentati a carbone o fossili. La Cgil sollecita altresì la Regione a farsi promotrice di una iniziativa al fine di attivare un confronto aperto con i Paesi del Nord-Africa nell`ambito del piano solare mediterraneo». La Cgil torna al centro del dibattito, quindi, e lo fa certamente consapevole di potersi attirare qualche critica ma anche non pochi segnali di apprezzamento vista la fortissima disinformazione che sull`argomento regna ancora.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x