Ultimo aggiornamento alle 8:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Vieni avanti, imbecille!

Questa volta ha ragione Peppe Scopelliti. Secondo quanto riporta l`Agi, a Cosenza il governatore ha detto: «Non c`è nessun avviso di garanzia. È qualche giornale e qualche giornalista imbecille che…

Pubblicato il: 10/03/2012 – 15:57
Vieni avanti, imbecille!

Questa volta ha ragione Peppe Scopelliti. Secondo quanto riporta l`Agi, a Cosenza il governatore ha detto: «Non c`è nessun avviso di garanzia. È qualche giornale e qualche giornalista imbecille che scrive questo. È solo la chiusura d`indagine di un vecchio procedimento che quindi la Procura ti notifica». Così, Scopelliti ha inteso commentare, citiamo sempre l`Agi, «quanto riportato dalla stampa sul suo coinvolgimento nel caso Fallara in qualità di ex sindaco di Reggio Calabria».
Noi che invece non siamo tra gli “imbecilli”, avendo deciso il democraticissimo, tollerantissimo e delicatissimo ac reverendissimo governatore di inserirci nella categoria dei “cialtroni”, proviamo a spiegare i motivi per i quali Scopelliti ha ragione: confondere un avviso di chiusura indagine per un avviso di garanzia è un errore gravissimo. L`avviso di garanzia è un atto dovuto che si spedisce a tutela della persona indagata non appena si inizia ad indagare sul suo conto, il che lascia aperta la speranza (per la persona indagata) di poter vedere chiarita la sua estraneità alle ipotesi accusatorie e quindi la possibile archiviazione dell`indagine.
Ben più grave, invece, è l`avviso di chiusura indagine, perché, come dice la parola, arriva quando i magistrati inquirenti hanno finito il loro lavoro e, ritenendo fondate le accuse, non intendono andare verso l`archiviazione bensì verso una richiesta di rinvio a giudizio. Prima di farlo offrono all`indagato la possibilità di visionare gli atti e, se lo ritiene, proporre nuovi accertamenti per evitare di finire a giudizio.
Insomma Scopelliti non ha ricevuto un avviso di garanzia, con riferimento al “caso Fallara”, quello lo aveva già avuto da diversi mesi sotto la forma di mandato di comparizione (convocazione della persona indagata perché, assistita da un avvocato, renda interrogatorio ai magistrati che la indagano). Gli è stato notificato, invece, l`avviso che le indagini a suo carico sono finite e che per lui sta per essere richiesto il rinvio a giudizio.
Chiarito questo, c`è da chiedersi se l`aver delineato per il governatore una posizione meno grave di quella che effettivamente viene postulata dall`avviso di chiusura indagine, meritasse un ringraziamento o un insulto. Scopelliti preferisce sempre l`insulto, così al giornalista anonimo finito nel mirino invece di un grazie è toccato un “imbecille!”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb