Ultimo aggiornamento alle 13:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Anche la sinistra può omaggiare Mancini (ma solo in video)

COSENZA Su History Channel la storia dell`impero romano ce la spiegano gli americani. Allo stesso modo, il documentario Il leone socialista sull`orgogliosamente cosentino Giacomo Mancini proiettato…

Pubblicato il: 01/04/2012 – 20:06
Anche la sinistra può omaggiare Mancini (ma solo in video)

COSENZA Su History Channel la storia dell`impero romano ce la spiegano gli americani. Allo stesso modo, il documentario Il leone socialista sull`orgogliosamente cosentino Giacomo Mancini proiettato nella città del pionierismo delle tv private – anche manciniane, vedi Telecosenza – lo firma (con Giuseppe Petitto) un catanzarese: il bravo Sergio Dragone, oggi decano degli uffici stampa ma un tempo firma del “Giornale di Calabria” (vero grande assente del decennale, tanto più oggi, nel quarantesimo compleanno tondo tondo della testata manciniana). Dragone l`altro giorno su “CalabriaOra” ha definito il Municipio cosentino “Palazzo De Bruzi”, alla catanzarese come Palazzo De Nobili. Il vecchio Giacomo non gli avrebbe perdonato l`errore: «Sergiù, ma chi sta cuntannu!?!». Certo, la “catanzaresizzazione” dell`evento può far sorridere rispetto alla “fascistizzazione” che proprio Dragone ha vigorosamente respinto.
Il documentario: se dai convegni è stato estromesso, sullo schermo Emanuele Macaluso («Giacomo non è mai scaduto nell`anticomunismo») c`è, fortunatamente. Con lui il compianto Landolfi, e poi Giuliano Amato («questo giovane calabrese scoprì a vent`anni la sua terra grazie ai contadini senza terra, riscattati anche dai socialisti. Che lavoravano assieme ai comunisti»).
«Dal governo di centrosinistra 16 miliardi per il Sud», dice un altero e giovane ministro Mancini. Poi ecco le interviste a Franco Piperno (gelo in sala quando cita Giosi, la Mancini che ha preso le distanze dalle celebrazioni) ed Emma Bonino. Sfilano Nenni e Craxi in frame dell`Istituto Luce, con Manca e Signorile. La platea, tutta destrorsa, può scegliere i riferimenti più vicini. Di certo non scatta neanche un applauso, non è mica una convention berlusconiana.
Immagini di repertorio anche per gli amici cosentini, dal “generale” Luciano Sergio Crea a Salvatore Perugini, da Enzo Paolini a Franco Dionesalvi ai compianti Tommaso Sorrentino e Antonio Acri, presidente (comunista) della Provincia allo stadio con il sindaco a tifare rossoblu. Sbuca anche un riferimento al “Giornale di Calabria” (lo fa Paolo Guzzanti – che vi lavorò – inserendo la testata tra le bussole del fare manciniano, al pari di autostrada, porto e aeroporto, università).
Il video ha un buon piglio documentaristico, forse mancavano solo lo storico Rosario Villari e i sottopancia, utili soprattutto per i giovanissimi militanti come Italia Caruso (troneggiante su tacco 12 nella giovane pattuglia scopellitiana cosentina, «stiamo preparando le liste a Paola…»), poco avvezzi al pantheon della Prima Repubblica.
Sullo schermo del Modernissimo, intanto, note dell`Internazionale cullano folle festanti che sventolano copie dell`”Avanti!”. Giacomo jr, oggi reggino d`adozione, parla di come per il nonno fosse difficile metter piede nella città, Reggio Calabria, che lo odiava; e motiva il proprio gesto di riconciliazione con i Moti, il recente omaggio davanti ai simulacri di Ciccio Franco.
Prima della proiezione c`è anche una pacata introduzione di Pietro Mancini: «Non sono mancati gli attacchi preconcetti a questa iniziativa. Si tratta di gente gelosa»; chi critica è dunque «impotente, fallito», anzi si tratta di «mezze calzette, omuncoli, donnette che speculano sulla tua tomba, papà. Ce ne strafottiamo», alla stra-fascista. Così avrebbe detto il vecchio leone socialista. Parola di figlio.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb