Ultimo aggiornamento alle 22:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

I giovani del Pd provano a fare rete

LAMEZIA TERME Ora che la macchina si è messa in moto non resta che farla camminare. I giovani amministratori del Pd calabrese sono convinti che deve aprirsi una nuova fase nella vita del movimento….

Pubblicato il: 21/09/2012 – 18:01
I giovani del Pd provano a fare rete

LAMEZIA TERME Ora che la macchina si è messa in moto non resta che farla camminare. I giovani amministratori del Pd calabrese sono convinti che deve aprirsi una nuova fase nella vita del movimento. Finora si è proceduto a strappi, senza una visione d`insieme. «Ora – scandisce con voce ferma Massimo Canale, leader del centrosinistra reggino chiamato a fare un po` da chioccia sul resto del gruppo – è arrivato il momento di mettere in rete le nostre esperienze».
In che modo? Da subito si partirà con la creazione di una pagina Facebook (nell`era dei social network è un passaggio obbligato), in seguito con la creazione di un portale interamente dedicato alla sezione giovanile del partito. «L`idea – prova a sintezizzare Leo Barberio, consigliere comunale a Scandale – è quella di dare una linea programmatica univoca in tutte le amministrazioni locali per contrastare la macelleria sociale di Scopelliti».
Parole forti, prese in prestito dal lessico vendoliano, ma che fanno capire il clima in cui si ritrova la politica calabrese. E forse non è un caso che in sala, nella sede regionale del partito, a più di uno scappa un sorriso amaro quando Giuseppe Falcomatà dice che «fare opposizione a Reggio Calabria è come vivere nella striscia di Gaza».
Per fortuna la realtà non è solo quella della città dello Stretto. Ce ne sono altri di esempi positivi. Uno lo racconta Gaetano Marcovecchio, vicesindaco di San Basile, dove un gruppo di volontari capeggiato dall`amministrazione comunale si è occupato di censire e recensire tutte le abitazioni orfane dei loro proprietari, favorendone il loro acquisto. Non è il solo esempio positivo della serata. C`è anche la storia di Amaroni e del suo borgo completamente ripopolato grazie a una politica di accoglienza per le giovani coppie.
Fuori dalla stanza, si fa un gran parlare dell`appuntamento delle primarie. La maggioranza dell`organizzazione giovanile (Mario Valente e Nino Castorina in primis) conferma l’appoggio a Bersani. Poco più in là, però, è nuovamente Iozzi a mettere in guardia tutti: «I cacicchi devono rimanere fuori da questa vicenda. Faremo una discussione franca al nostro interno ma io credo che si debba lasciare libertà di scelta».
In attesa che la competizione entri nel vivo e aspettando l`arrivo di Bersani a Lamezia Terme, è ancora Canale a lanciare la sfida: «Perché l`organizzazione giovanile del Pd non fa propria l`idea di istituire il registro delle unioni civili?». Tanto basta perché lo sguardo degli ex ppi presenti diventi improvvisamente cupo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb