Ultimo aggiornamento alle 0:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La Calabria riparte dalla lettura

La lettura come scelta politica, una manifestazione che rappresenta un investimento per il futuro della Calabria. Questo lo spirito con cui questa mattina a Palazzo Alemanni, sede della presidenza …

Pubblicato il: 21/10/2013 – 15:00
La Calabria riparte dalla lettura

La lettura come scelta politica, una manifestazione che rappresenta un investimento per il futuro della Calabria. Questo lo spirito con cui questa mattina a Palazzo Alemanni, sede della presidenza della Regione, è stato presentato il TropeaFestival leggere&scrivere, giunto alla seconda edizione, che si terrà dal 4 al 10 novembre. L`iniziativa è stata presentata a Catanzaro dall`assessore alla Cultura, Mario Caligiuri; dal direttore artistico e direttore del sistema bibliotecario, Gilberto Floriani, e dal giornalista Pasqualino Pandullo, presidente dell`Accademia degli Affaticati, associazione che da sette anni organizza il premio letterario Tropea. Tre le sezioni in cui sono stati divisi i sei giorni della rassegna: “Una regione per leggere”, “Calabria fabbrica di cultura” e “Carta canta”. La manifestazione si svolgerà in maniera itinerante, farà tappa non solo a Tropea, ma anche a Vibo Valentia, Soriano e Serra San Bruno e vedrà la partecipazione di personalità come Curzio Maltese, Giordano Bruno Guerri, Maurizio Veneziani, Maurice Aymard.
«Attraverso la cultura e la lettura – ha detto l`assessore Caligiuri – assieme alle iniziative che a getto continuo stiamo sviluppando in Calabria, siamo orientati a promuovere l`aumento del numero dei lettori che è la premessa di ogni sviluppo culturale e quindi la premessa di un vero e autentico cambiamento per lo sviluppo. È importante, in questo senso, il ruolo del Premio Tropea, che è nucleo centrale del festival, inserito tra i primi sette concorsi letterari italiani». Floriani ha parlato degli oltre 60 appuntamenti nell`ambito di un programma «ricco – ha detto – e di alto livello anche nell`ottica della promozione del nostro territorio». Nel suo intervento ha voluto sottolineare l`importanza che è stata dedicata alle nuove generazioni: «Partiremo proprio con i ragazzi, la finalità infatti è quella di dare una spinta alla lettura in Calabria, ad allargare la platea dei lettori». È toccato poi al giornalista Pandullo presentare la terna di libri selezionati dalla giuria tecnica presieduta da Isabella Bossi Fedrigotti: “Vita e morte di un ingegnere”, di Edoardo Albinati; “I funeracconti”, di Benedetta Palmieri, e “Il patriota e la maestra”, di Vito Teti. A decretare il vincitore sarà la giuria composta dai 409 sindaci calabresi che hanno già ricevuto i libri in e-book e si apprestano a votare i loro preferiti. «Una modalità originale – ha detto Pandullo – ma anche un`apertura verso la modernità». La proclamazione e la consegna del premio avverrà il 10 novembre. (0080)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x