Ultimo aggiornamento alle 23:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Giunta regionale riunita d`urgenza

CATANZARO La giunta regionale è stata riunita d`urgenza a Catanzaro. Due le ipotesi sul tavolo dopo la condanna a sei anni per abuso d`ufficio e falso in atto pubblico per il governatore Peppe Scop…

Pubblicato il: 28/03/2014 – 11:08
Giunta regionale riunita d`urgenza

CATANZARO La giunta regionale è stata riunita d`urgenza a Catanzaro. Due le ipotesi sul tavolo dopo la condanna a sei anni per abuso d`ufficio e falso in atto pubblico per il governatore Peppe Scopelliti. C`è chi spinge per le dimissioni immediate del presidente e dei consiglieri per andare subito al voto e chi, invece, invoca prudenza e spinge per la nomina di un vicepresidente che prenda in mano le redini della situazione nel momento in cui verrà ufficializzata la sospensione di Scopelliti. Oggi, comunque, se ne dovrebbe sapere di più e non è escluso che il confronto venga allargato anche al resto dei consiglieri regionali di maggioranza. Sono ore di grande tensione, insomma. E il primo vertice che c`è stato ieri sera nell`abitazione reggina del governatore non ha prodotto risultati concreti. A casa di Scopelliti si sono ritrovati gran parte degli assessori e i fedelissimi reggini del governatore. Tutti i convenuti gli hanno espresso vicinanza e lo hanno spronato a non mollare «nonostante il momento sia davvero difficile». Scopelliti li ha ringraziati e ha preso tempo per decidere sul da farsi. E non è detto che quella decisione a cui tutti guardano con grande attenzione non possa già essere resa nota nella giornata di oggi. Tra chi è convinto, comunque, che si debba andare avanti per non disperdere il lavoro fatto finora c`è il senatore Tonino Gentile, che è anche coordinatore regionale di Nuovo centrodestra: «La legislatura regionale in Calabria va completata, con una serie di riforme da realizzare in consiglio regionale e con l`accelerazione dei processi di rafforzamento del personale medico e infermieristico negli ospedali.
«Scopelliti – aggiunge Gentile – ha una condanna di primo grado, ma ricordo a tutti una cosa assai banale e cioè che egli è completamente innocente sino a sentenza della Cassazione. Se il centrosinistra pensa di sfruttare una difficoltà giudiziaria che è parziale, perché riguarda un processo di primo grado, sbaglia. Cavalcare l`onda del giustizialismo e del nuovismo avendo un personale politico che non è certo giovane rischia di regalare la Regione al Movimento 5 Stelle. Vanno completate tante riforme in consiglio regionale , con una disposizione adeguata alla legislazione nazionale in tanti settori, dall`infanzia alla lotta alla precarietà. In questi mesi abbiamo visto come, anche dinanzi a vicende in cui non vi erano persone indagate, si sono realizzate astruse convergenze tra settori trasversali dei due tradizionali schieramenti».
«Le leggi – prosegue Gentile – vanno osservate e rispettate, ma la Severino deve passare al vaglio della Corte costituzionale e per questo mi auguro che sia Scopelliti che la giunta impugnino il provvedimento automatico del governo dinanzi al Tar del Lazio ed eventualmente al Consiglio di Stato, chiedendo che venga adito il giudice delle leggi. Noi non ci faremo condizionare da un fatto che ci addolora e ci colpisce, ma riprenderemo il nostro impegno e valuteremo anche il grado di civiltà giuridica di tutte le forze politiche». (0030)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x