Ultimo aggiornamento alle 22:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Cabina di regia, i sindacati: un segnale positivo per la Calabria

CATANZARO «L’istituzione della cabina di regia è un segnale importante di attenzione da parte del governo nazionale. Tanto più importante poiché esso giunge in un momento di improvvi…

Pubblicato il: 29/05/2014 – 22:00
Cabina di regia, i sindacati: un segnale positivo per la Calabria

CATANZARO «L’istituzione della cabina di regia è un segnale importante di attenzione da parte del governo nazionale. Tanto più importante poiché esso giunge in un momento di improvviso vuoto istituzionale, a seguito delle dimissioni
del presidente della Giunta regionale e della fase di perdurante commissariamento della città di Reggio». È quanto si afferma in una nota congiunta dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Michele Gravano, Paolo Tramonti e Roberto Castagna, che esprimono «apprezzamento per la decisione del governo». «Per Cgil, Cisl e Uil è fondamentale – proseguono Gravano, Tramonti e Castagna – che i lavori della cabina di regia si avviino nel più breve tempo possibile sia per far fronte alle tante emergenze presenti che per attuare quegli interventi strutturali in grado di ridurre il divario esistente con il resto del Paese. Rappresenta sicuramente una priorità assicurare, coerentemente con gli impegni assunti, da parte del governo le risorse per gli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013 ed il corrente anno in modo da dare sollievo alle migliaia di lavoratori coinvolti e alle loro famiglie. Sul fronte dello sviluppo è fondamentale che il governo sblocchi i fondi a disposizione, in modo particolare i Fas, al fine di mettere in campo provvedimenti specifici per la Calabria sul fronte del lavoro, delle infrastrutture e dei trasporti per favorire una maggiore integrazione con le aree più sviluppate a livello nazionale ed europeo». «In particolare – prosegue la dichiarazione congiunta – vanno accelerati i tempi dei lavori della statale 106, il completamento della Sa-Rc, trasversali, dighe, nuovi ospedali. In questo contesto diventa prioritaria la realizzazione della Zes (Zona economica speciale) per l’area di Gioia Tauro. Così come è importante supportare operativamente la Regione in vista dell’avvio della nuova programmazione comunitaria 2014-2020, occasione veramente unica per invertire l’attuale tendenza e favorire il rilancio economico, sociale, produttivo, occupazionale della nostra Regione. Temi, questi, sui quali è necessario far convergere tutti gli sforzi coinvolgendo i soggetti a vario titolo interessati: istituzioni, politica, forze sociali, imprenditoriali, associazionismo». «Il sindacato confederale, a tutti i livelli – concludono i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil – è disponibile come sempre a confrontarsi in modo costruttivo con tutti con l’esclusivo obiettivo di migliorare le condizioni economiche e sociali delle nostre comunità». (0090)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x