Ultimo aggiornamento alle 20:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il comizio di Renzi a Cosenza

COSENZA Il finale col botto ci sarà. Matteo Renzi ha informato Mario Oliverio ed Ernesto Magorno che è sua intenzione essere a Cosenza, venerdì prossimo, per la chiusura della campagna elettorale. …

Pubblicato il: 15/11/2014 – 15:32
Il comizio di Renzi a Cosenza

COSENZA Il finale col botto ci sarà. Matteo Renzi ha informato Mario Oliverio ed Ernesto Magorno che è sua intenzione essere a Cosenza, venerdì prossimo, per la chiusura della campagna elettorale. Sarà una toccata e fuga – salvo eventi imponderabili da mettere sempre in conto per un presidente del Consiglio – quella del segretario-premier. Renzi è convinto che dalla Calabria possa partire la riconquista di quelle regioni passate al centrodestra nel 2010. Per questo motivo il leader del Pd ha raccomandato ai suoi di assicurare «la massima disponibilità» per sostenere gli sforzi dei dirigenti locali dem.

Lunedì a Reggio Calabria è previsto l’arrivo del sottosegretario Luca Lotti mentre il giorno successivo il vicesegretario Lorenzo Guerini farà tappa a Rossano. Ma è sul comizio finale di Renzi che vanno concentrandosi le maggiori attese. Il premier-segretario parlerà dal palco che molto verosimilmente sarà allestito su corso Mazzini, nel cuore della città. Il dispositivo di sicurezza che accompagna l’inquilino di Palazzo Chigi nelle sue trasferte è stato già attivato. Magorno sta curando tutto nei minimi dettagli e lavora, assieme allo staff di Oliverio, per assicurare un buon colpo d’occhio.

Quello di un presidente del Consiglio che chiude a Cosenza la campagna elettorale per le regionali non sarà un inedito. Il riferimento è al comizio di Silvio Berlusconi in piazza Fera (nel frattempo diventata piazza Bilotti) per tirare la volata a Peppino Chiaravalloti. L’apporto dell’ex Cavaliere si rivelò decisivo considerato lo scarto minimo con il quale il centrodestra conquistò la vittoria alle elezioni. Forza Italia riuscì a conquistare il primato di consensi grazie anche all’apporto dei Gentile e degli Occhiuto. Altri tempi, comunque. Oggi è tutta un’altra storia. La discesa di Renzi sarà politica, certo. Ma c’è chi è pronto a giurare che qualcosa di istituzionale – dopo la visita programmata e rimandata a Gioia Tauro – ci sarà nel comizio. Il premier ha già fatto sapere di volere avviare con il prossimo governatore un «confronto permanente» sulle questioni che riguardano la Calabria, regione su cui il governo vuole mantenere gli impegni già assunti in occasione della costituzione della cabina di regia a Palazzo Chigi.

L’appuntamento di Cosenza, tuttavia, non esaurirà i contatti tra Renzi e questa regione. Sabato 13 dicembre è in programma a Reggio Calabria l’assemblea nazionale del Pd. In riva allo Stretto andrà in scena il primo vero confronto tra tutti i big dopo le tensioni registrate in direzione su riforma della legge elettorale e approvazione del Jobs act. 

Antonio Ricchio

a.ricchio@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x