Ultimo aggiornamento alle 13:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La Cgil e gli impegni «disattesi» di Magorno

CATANZARO «Le uscite degli ultimi tempi dell’onorevole Magorno non possono non sollecitare una riflessione politica, dato che esse provengono dal “capo” del maggiore partito di governo in Calabria …

Pubblicato il: 07/01/2015 – 11:57
La Cgil e gli impegni «disattesi» di Magorno

CATANZARO «Le uscite degli ultimi tempi dell’onorevole Magorno non possono non sollecitare una riflessione politica, dato che esse provengono dal “capo” del maggiore partito di governo in Calabria e nel Paese». È quanto si afferma in un comunicato dell’ufficio stampa della Cgil calabrese. «Vediamo i fatti. A novembre scorso – prosegue la nota – il segretario regionale del Pd ha annunciato in pompa magna che a dicembre si sarebbe tenuta a Reggio l’assemblea nazionale del partito. Nulla è successo. Giorni fa ha annunciato un’interpellanza parlamentare e un coinvolgimento del governo sulle irregolarità nella compilazione degli elenchi dei precari dell’Asp di Cosenza».
«Nulla – continuano dal sindacato – è successo, e nessuna interpellanza parlamentare è stata presentata. A fine anno, al brindisi del Pd, ha annunciato che il 7 gennaio la riunione del consiglio dei Ministri avrebbe nominato il presidente Oliverio commissario straordinario alla Sanita in Calabria. Nulla è successo, e pare che non sarà come dice l’onorevole Magorno. Qualche riflessione politica: con chi del governo interloquisce e quali affidamenti gli danno se poi vengono puntualmente disattesi?».
«Se non si trattasse della personalità più importante del Partito Democratico – riporta ancora il comunicato dell’ufficio stampa della Cgil calabrese – potremmo anche derubricare la questione, ma trattandosi del capo del più importante partito del governo, non si può né tacere nè non sollecitare riflessioni. Il suo ruolo è importante per le prospettive politiche e per l’attenzione concreta del governo sulle vicende economiche, sociali, istituzionali della regione, e non ci si può permettere questa discrasia».
«È necessario quindi – continua il sindacato – approfondire e riflettere al di là della propaganda se si vuole aiutare veramente e positivamente l’azione del nuovo presidente della Regione per la soluzione dei problemi della Calabria. Tutto ciò per noi è la conferma di un atteggiamento insufficiente del governo rispetto al Sud e ai problemi della Calabria, e non possono cambiare verso le parziali risposte che sono venute su alcuni problemi dell’emergenza sociale. C’è bisogno di una svolta forte e chi ha la responsabilità, come nel caso dell’onorevole Magorno, non può accontentarsi di annunci e di impegni che poi vengono puntualmente disattesi. Per quanto ci riguarda faremo la nostra parte per dare l’attenzione nazionale alla Calabria e per chiedere una svolta seria nell’azione concreta e quotidiana del governo sui drammatici – concludono – problemi dell’occupazione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x