Ultimo aggiornamento alle 21:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Internet a fibra ottica, Telecom sceglie Squillace e Rende per il lancio

CATANZARO «Squillace e Rende sono i comuni scelti da Telecom Italia per il lancio dei servizi “Ultra Internet” che utilizzano la nuova rete in fibra ottica con la connessione superveloce fino …

Pubblicato il: 14/01/2015 – 11:58
Internet a fibra ottica, Telecom sceglie Squillace e Rende per il lancio

CATANZARO «Squillace e Rende sono i comuni scelti da Telecom Italia per il lancio dei servizi “Ultra Internet” che utilizzano la nuova rete in fibra ottica con la connessione superveloce fino a 30 Megabit al secondo in download». Lo riferisce un comunicato di Telecom Italia. «La tecnologia utilizzata da Telecom Italia – si aggiunge – potrà consentire in futuro connessioni a velocità superiori, potenzialmente fino a 100 Megabit al secondo. Da oggi nei due comuni calabresi sono già attivi i servizi in fibra ottica per cittadini e imprese. I piani di sviluppo riguardano circa l’80% della popolazione di Squillace con una copertura di mille unita’ abitative e circa il 40% della popolazione di Rende pari a poco meno di cinquemila unità. Il programma prevede, entro il 2015, di estendere nei due comuni la copertura a oltre il 90%».
«Il lancio commerciale dei servizi in fibra ottica – fanno sapere gli interessati – basati sulla FttCab (Fiber to the Cabinet), è il risultato degli importanti investimenti di Telecom Italia per la realizzazione in città della rete Ngan (Next generation access network). L’azienda conferma infatti la volontà di sviluppare infrastrutture sempre più moderne e in grado di offrire servizi tecnologicamente evoluti per rispondere alle esigenze dei cittadini e delle imprese e per consentire sempre più un modello “digital life” ricco di prestazioni tecnologiche e applicazioni innovative basate sulle reti di nuova generazione. Squillace e Rende rientrano nell’ambito del progetto Banda ultra larga della Calabria, emesso dal ministero dello Sviluppo economico attraverso Infratel Italia, società del gruppo Invitalia e finanziato grazie all’utilizzo dei fondi europei Fesr, che ha l’obiettivo di fornire connettività con banda ultralarga, realizzando infrastrutture di rete passiva – concludono – in fibra ottica». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x