Ultimo aggiornamento alle 10:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Fondi europei, Covello: «Lavoro di squadra per cambiare marcia»

LAMEZIA TERME «La disanima del presidente Oliverio parte sicuramente da un elemento oggettivo e cioè che la Calabria, nel corso degli ultimi anni, ha accumulato tali e tanti ritardi, per quanto rig…

Pubblicato il: 10/03/2015 – 16:59
Fondi europei, Covello: «Lavoro di squadra per cambiare marcia»

LAMEZIA TERME «La disanima del presidente Oliverio parte sicuramente da un elemento oggettivo e cioè che la Calabria, nel corso degli ultimi anni, ha accumulato tali e tanti ritardi, per quanto riguarda l’impiego delle risorse comunitarie, che la pongono, purtroppo, nella difficile condizione di dover recuperare per evitare il serio rischio di perdere ulteriori risorse anche nell’ambito della nuova programmazione». A dirlo è Stefania Covello, parlamentare e responsabile del Pd delle politiche per il Mezzogiorno. 
«Da deputata calabrese – continua Covello –, che riveste anche la responsabilità del Mezzogiorno e de fondi europei all’interno della segreteria del principale partito di governo, voglio manifestare al presidente Oliverio, ove ce ne fosse bisogno, la più assoluta collaborazione personale, politica e istituzionale per consentire alla nostra regione di poter avviare, finalmente, un percorso virtuoso che ci faccia uscire da questa difficile condizione».
«Come ha riconosciuto lo stesso presidente Oliverio – prosegue –, vi è stato un costante e proficuo lavoro con il governo nazionale che ha portato a un significativo recupero di risorse che ormai sembravano perse. Questo è stato possibile anche grazie all’impegno parlamentare e all’approvazione di una mozione, di cui sono stata la prima firmataria, che ha impegnato l’esecutivo nazionale ad assicurare che tutte le risorse nazionali destinate al cofinanziamento rimanessero comunque a disposizione delle regioni a cui erano originariamente destinate proprio per evitare di restituire all’Europa le risorse non utilizzate. Ora è fondamentale che questo tempo venga utilizzato attivando tutte le sinergie necessarie, anche con le forze sociali, le organizzazioni di categoria, gli ordini professionali, per consentire un processo partecipato alle scelte strategiche di sviluppo e di impiego di queste risorse. Un approccio di metodo che diventa anche di merito rispetto alla programmazione degli obiettivi a tema verso cui sono indirizzate le risorse 2014-2020. Un patto imprescindibile per dare quell’atteso cambio di marcia».
«Il sottosegretario Delrio – conclude la parlamentare dem – in un’intervista al quotidiano La Stampa, di domenica scorsa, ha affermato che “il 2015 sarà l’anno del Sud” e che siamo chiamati a spendere come Italia 14 miliardi di euro di cui ben 9 nel Mezzogiorno che tradotto in termini di Pil vuol dire un più 2% proprio per il Sud. Non ci sono, quindi, prove di appello, sappiamo che questa è l’ultima chance ed è per questo che diventa fondamentale la capacità di mettere in campo un vero gioco di squadra».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x