Ultimo aggiornamento alle 19:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Viaggiava con la cocaina, calciatore arrestato

  PRAIA A MARE I carabinieri del Norm della compagnia di Scalea, in collaborazione con i militari della stazione di Praia a Mare, hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri, un giovane di…

Pubblicato il: 21/06/2015 – 10:03
Viaggiava con la cocaina, calciatore arrestato

 

PRAIA A MARE I carabinieri del Norm della compagnia di Scalea, in collaborazione con i militari della stazione di Praia a Mare, hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri, un giovane di Luzzi, da tempo domiciliato a Praia a Mare, per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Il giovane, classe 1982, calciatore (di cui non sono state rese note le generalità), si trovava a bordo del treno interregionale che da Cosenza conduce a Napoli.

I suoi movimenti a bordo dello scompartimento ove prendeva posto hanno insospettito un militare dell’Arma che si trovava a bordo dello stesso treno libero dal servizio. Avendo notato, quindi, l’atteggiamento guardingo ed agitato del ragazzo, il carabiniere ha deciso di contattare la centrale operativa di Scalea al fine di richiedere ausilio da parte di altro personale. L’intervento da parte del Nucleo operativo e dei militari della stazione di Praia a Mare è stato immediato. I carabinieri, saliti a bordo del treno in abiti civili, sulla base delle indicazioni ricevute, hanno subito individuato il giovane che, alla richiesta dei documenti, è risultato essere oltremodo agitato ed insofferente al controllo. Tale atteggiamento ha ulteriormente insospettito gli operatori che hanno proceduto ad una perquisizione del ragazzo nonché dello scompartimento su cui viaggiava rinvenendo, sotto il sedile dove era seduto, un involucro in cellophane con all’interno sostanza bianca che, da successivi accertamenti, è risultata essere cocaina.

La sostanza, del peso di circa 50 grammi, analizzata presso i competenti laboratori, avrebbe prodotto all’incirca settanta dosi che, spacciate nel territorio dell’alto tirreno cosentino avrebbero fruttato circa 4.000 euro. Il giovane, giudicato con rito per direttissima presso il Tribunale di Paola è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel suo Comune di origine.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x