Ultimo aggiornamento alle 17:39
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Inchiesta Calabria etica, Barbaro sentito dai pm

CATANZARO Un incontro di oltre tre ore quello tra i magistrati di Catanzaro, Raffaella Viscomi e Giovanni Bombardieri, e Carmelo Barbaro, commissario della Fondazione Calabria Etica, subentrat…

Pubblicato il: 01/07/2015 – 19:06
Inchiesta Calabria etica, Barbaro sentito dai pm

CATANZARO Un incontro di oltre tre ore quello tra i magistrati di Catanzaro, Raffaella Viscomi e Giovanni Bombardieri, e Carmelo Barbaro, commissario della Fondazione Calabria Etica, subentrato alla guida dell’ente in house della Regione dopo le dimissioni dell’ex presidente Pasqualino Ruberto. L’audizione di Barbaro segue quella, avvenuta ieri pomeriggio, dei dirigenti della Regione che hanno stilato un recente rapporto sulla gestione di fondi, assunzioni e progetti operata dalla Fondazione nel 2013 e 2014. Il fascicolo aperto lo scorso febbraio dalla Procura del capoluogo – nel quale si ipotizza il reato di abuso di ufficio – nasce in seguito allo scandalo che travolse l’ente subito dopo le elezioni regionali di novembre 2014. Secondo quanto fece emergere il Corriere della Calabria, infatti, nei giorni immediatamente precedenti alle elezioni regionali, Calabria etica effettuò 251 assunzioni con contratti che vennero perpetrati anche a dicembre e a gennaio fino ad arrivare a quota 700. Una gestione di progetti e fondi pubblici che ha portato i dg della commissione di Vigilanza a parlare, nella loro relazione di «rischi finanziari per la Regione Calabria in quanto ente promotore ed ente finanziatore della totalità dei progetti di Fondazione Calabria etica». Lo scandalo costrinse il presidente Ruberto a dimettersi, sostituito dal commissario Barbaro il quale ad aprile convocò quattro capi progetto di Calabria etica per comunicare loro che la Regione aveva deciso di annullare tutti i contratti pre-elettorali dell’ente e l’annullamento di quattro progetti già avviati da Calabria etica, cioè “Responsabilità sociale imprese in Calabria”, “Potenziamento per rendere accessibile l’informativa sociale”, “Sostegno delle politiche integrate a favore della famiglia (Centri famiglia)”, “Piano di comunicazione istituzionale”. Le indagini sulla Fondazione legata all’assessorato al Lavoro proseguono a ritmo serrato.

 

 

 Alessia Truzzolillo

a.truzzolillo@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x