Ultimo aggiornamento alle 17:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La Regione si trasferisce a Germaneto

CATANZARO La forma è sostanza, soprattutto in politica. E Mario Oliverio lo sa bene. Ecco perché il governatore ha deciso di premere sul pedale dell’acceleratore per dare alla macchina regiona…

Pubblicato il: 18/07/2015 – 6:00
La Regione si trasferisce a Germaneto

CATANZARO La forma è sostanza, soprattutto in politica. E Mario Oliverio lo sa bene. Ecco perché il governatore ha deciso di premere sul pedale dell’acceleratore per dare alla macchina regionale una forma finalmente moderna che dia l’idea dell’efficienza e trasmetta ai calabresi la sensazione che è finita l’era degli sprechi. Martedì 21 dovrebbe essere il giorno in cui vedrà finalmente la luce la nuova cittadella regionale, nel quartiere Germaneto, a Catanzaro. Il governatore sogna di poter celebrare la prima riunione della nuova giunta in questa sede, molto più agevole e facile da raggiungere rispetto a quella di Palazzo Alemanni, situata nel cuore del centro storico catanzarese.

Così, dopo un iter durato circa dieci anni, di cui cinque per i lavori di costruzione, la nuova “Casa dei calabresi” accoglierà – già a partire dai prossimi giorni – il governatore Oliverio, il suo staff, i dipendenti del dipartimento Presidenza e quelli del segretariato generale, per un totale di circa 400 dipendenti sui circa 1.800 totali in organico alla Regione.
Il progetto preliminare fu firmato da Paolo Portoghesi, uno dei più noti architetti del mondo, che già per Catanzaro aveva progettato il teatro Politeama. Quanto ai numeri, si tratta di un appalto da 26,5 milioni di euro, per centonovantamila metri quadri divisi in 14 edifici, con una piazza centrale di poco meno di diecimila metri quadri a cui vanno ad aggiungersi i quarantamila di spazi verdi e i cinquantottomila destinati ai parcheggi.
 
{youtube}u7gaNYCv2r4{/youtube}
 
E proprio i parcheggi sono l’unica nota stonata nella grandiosa struttura ideata da Loiero e sviluppatasi nell’era Scopelliti: per l’area di sosta auto prevista di fronte all’ingresso principale, c’è ancora da completare la copertura senza la quale non potrà arrivare l’ok definitivo all’agibilità totale dell’edificio. Un contrattempo che – assicurano i tecnici – non comprometterà i piani di Oliverio, che vuole che tutti gli uffici regionali siano trasferiti nella nuova sede entro il prossimo mese di settembre.
La struttura, situata a poche centinaia di metri dal campus dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro e dalla stazione di Ferrovie dello Stato, sarà – entro i prossimi due anni – collegata al centro della città tramite la metropolitana di superficie che proprio nei mesi scorsi è stata appaltata dalla Regione.
Con il trasferimento degli uffici nella Cittadella – il cui nome scelto dai calabresi attraverso un sondaggio è “Palazzo degli Itali” -, la Regione sarà in grado di risparmiare  circa 5 milioni di euro di affitti passivi, i cui contratti sono stati già disdetti da Oliverio nei mesi scorsi. Un risparmio tale che permetterà all’ente di ammortizzare il costo di costruzione e quelli di manutenzione dell’imponente struttura in meno di un ventennio.
Alessandro Tarantino
a.tarantino@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x