Ultimo aggiornamento alle 16:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

I tentativi romani di Ernesto

Ernesto Magorno, il deputato ed ex sindaco di Diamante, ci ha provato a spezzare una lancia in favore del suo omonimo segretario regionale del Pd calabrese, alle prese con il tentativo di promuover…

Pubblicato il: 03/03/2016 – 16:08
I tentativi romani di Ernesto

Ernesto Magorno, il deputato ed ex sindaco di Diamante, ci ha provato a spezzare una lancia in favore del suo omonimo segretario regionale del Pd calabrese, alle prese con il tentativo di promuovere una mega ammucchiata in vista delle elezioni comunali di Cosenza. Così, durante i lavori a Montecitorio, si è avvicinato ai banchi del governo per salutare l’esordio alla Camera del senatore Tonino Gentile nelle vesti di sottosegretario al ministero dell’Economia.
Stretta di mano vigorosa e largo sorriso, accompagnate dalla sottolineatura di rito: «Sei espressione autorevole del mio governo, caro Tonino». Cortesia ricambiata, da Gentile, ma con un leggero distinguo: «Qui a Roma certamente, ma in Calabria, come sai, siamo all’opposizione… ».
Insomma, Magorno fa il pontiere ma la strada ancora è lunga e tutt’altro che agevole per portare i Gentile dentro la “Santa alleanza” raccolta per battere Mario Occhiuto… e spartirsi il malloppone (politico).
Difficoltà accresciuta dal distacco osservato fin qui dal governatore Mario Oliverio che, sulle vicende cosentine, pur avendo le mani abbondantemente in pasta, evita di prendere posizioni pubbliche e impegni politici che coinvolgano gli assetti dentro la Regione Calabria.
Tuttavia, Magorno non dispera, e mentre seguita a marcare Gentile su Cosenza, allarga l’orizzonte anche a Crotone. Subito dopo, infatti, l’ex sindaco di Diamante ha incontrato, accompagnato dai deputati Nico Stumpo e Nicodemo Oliverio, un’altra esponente calabrese del governo Renzi, la mitica Dorina Bianchi.
Con lei le cose sono andate decisamente meglio, Dorina è pronta a dare una mano alle comunali di Crotone. In fondo il suo è un ritorno a casa. È una donna che non dice mai addio, ma solo arrivederci. Tanto che se si dovesse appliccare a Dorina l’aneddoto biblico del figliol prodigo, che vuole il sacrificio di un vitello al suo ritorno a casa, dovremmo decimare una mandria intera.
Ma su queste leggerezze umane entrambi i Magorno, il deputato ed il segretario regionale del Pd, non si attardano perché hanno in comune una forgiata tolleranza, tale da far arrossire anche un bradipo.
Missione semiconclusa, dunque, per l’onorevole Ernesto Magorno e via libera per un rapido rientro a Diamante dove lo attende un appuntamento certamente più meritevole: il compleanno della madre. La signora Marianna, infatti, oggi compie 84 anni. È bello dirlo, visto che mantiene serenità, autonomia e… severità pari a quando ne aveva molti di meno e si impegnava in politica e nella pubblica amministrazione con dignità e acume.
Altri tempi, certo. All’epoca i socialisti erano socialisti e la sanità era la sanità e la signora Marianna, socialista e direttore generale dell’Asl di Cetraro, gestiva il suo ruolo politico e quello pubblico con pugno di ferro e senza riverenze verso chicchessia.
Ne avrebbe di cose da imparare da lei l’altro Magorno, il segretario regionale del Pd.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x