Ultimo aggiornamento alle 23:57
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Nuovi ospedali, vertice Tecnis-Regione

CATANZARO Vertice romano tra Regione e Tecnis per il futuro degli ospedali che dovrebbero sorgere nella Sibaritide e nella Piana di Gioia. L’incontro, informa una nota dell’esecutivo regionale, è s…

Pubblicato il: 09/03/2016 – 14:09
Nuovi ospedali, vertice Tecnis-Regione

CATANZARO Vertice romano tra Regione e Tecnis per il futuro degli ospedali che dovrebbero sorgere nella Sibaritide e nella Piana di Gioia. L’incontro, informa una nota dell’esecutivo regionale, è stato promosso dalla presidenza della giunta regionale e si è svolto a Roma nella sede della società che si è aggiudicati i lavori per la realizzazione dei due nosocomi. Al vertice erano presenti per la Regione Franco Pacenza e da Domenico Pallaria mentre a rappresentare la “Tecnis” l’amministratore giudiziario Saverio Ruberto.
«L’incontro – informa la nota – si è reso necessario, dopo quello tenuto circa un mese fa, a seguito del sequestro giudiziario, avvenuto nei confronti della “Tecnis” e la relativa nomina del prof. Saverio Ruberto, quale amministratore giudiziario. I rappresentanti della Regione, nel corso dell’incontro, hanno fortemente insistito sulla necessità di tracciare un percorso che rimetta in moto il procedimento per la costruzione dei nuovi ospedali della Sibaritide e della piana di Gioia Tauro».
«La Regione – si legge ancora nella nota – come hanno dichiarato Pacenza e Pallaria, è pronta ad assumere ogni iniziativa anche risolutoria, per rimettere in moto le attività per la costruzione, in tempi certi, dei due nuovi ospedali calabresi. Ruberto, che si è sentito telefonicamente anche con il presidente Oliverio, ha condiviso le sollecitazioni della Regione ed ha dato la propria disponibilità ad attivare tutti gli strumenti in suo possesso. Ruberto – è scritto nel comunicato della giunta – ha anche comunicato che, a seguito della nomina dell’amministratore giudiziario, in breve tempo, dovrebbe essere rimossa, l’interdittiva antimafia. Ciò consentirebbe la sottoscrizione dei rispettivi protocolli di legalità con le Prefetture competenti e far sì che il Rup (responsabile unico del procedimento) possa emettere l’ordine di servizio nei confronti dell’impresa, al fine di avviare le attività di progettazione».
«Ruberto – prosegue la nota – ha anche dato notizia di essere impegnato al recupero di crediti già rendicontati su diversi enti pubblici, a partire dall’Anas, al fine di riavviare le prime attività produttive e, nel contempo, riproporre il piano di ristrutturazione del debito».
«L’amministratore giudiziario – conclude il comunicato stampa – sì è, poi, impegnato ad informare, il presidente della Regione sulle prossime determinazioni della Prefettura e del Tribunale di Catania. Oggi, che tutte le funzioni amministrative della società sono in capo all’amministratore giudiziario, le determinazioni possono essere più stringenti e consentire che sia “Tecnis” o eventuali subentri, possano determinare l’avvio dei lavori degli ospedali della Sibaritide e della piana di Gioia Tauro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x