Ultimo aggiornamento alle 9:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

COMUNALI 2016 | Morra respinge le accuse di flop del M5S

Senatore Nicola Morra, il Movimento 5 Stelle registra un avanzamento in tutto il Paese tranne che in Calabria. Perché?«Non credo che siamo di fronte a flop o fallimenti. A Cosenza abbiamo quasi rad…

Pubblicato il: 06/06/2016 – 10:41
COMUNALI 2016 | Morra respinge le accuse di flop del M5S

Senatore Nicola Morra, il Movimento 5 Stelle registra un avanzamento in tutto il Paese tranne che in Calabria. Perché?
«Non credo che siamo di fronte a flop o fallimenti. A Cosenza abbiamo quasi raddoppiato i voti. A Rossano e Scalea entriamo in consiglio comunale, a Crotone abbiamo conseguito un risultato più che soddisfacente».
Nella città dei Bruzi il vostro candidato a sindaco non entrerà nemmeno in consiglio comunale. Come fa a essere soddisfatto?
«A Cosenza è stata premiata la campagna elettorale di Mario Occhiuto. Certo, il dato registrato qui deve farci riflettere. Bisogna ammettere che c’è una certa difficoltà in Calabria a dare voce a un movimento che si propone di rinnovare la politica e la società».
Non ha la sensazione che lei e il M5S abbiate in qualche modo rinunciato a giocare la partita, mettendo in campo un candidato anagraficamente e culturalmente distante dai vari Raggi, Nogarin ecc.?
«A Cosenza avevamo spazi ridotti, non posso crocifiggere Coscarelli. Qui, da una parte avevamo le famiglie di potere che si sono messe assieme, dall’altra un ex sindaco da mesi in campagna elettorale».
Dunque, non ha nulla da rimproverarsi?
«A Crotone il candidato ha preso il 70% in più della lista, a Cosenza più del 100%. Noi ci mettiamo la faccia, presentiamo le liste con i simboli non mascherandoci dietro le liste civiche. Poi, certo, abbiamo avuto in questi mesi cattiva stampa che non ci ha avvantaggiati».
Ora non darà mica ai giornali la colpa del flop elettorale…
«Ma no, non sto dicendo questo. E tuttavia bisogna essere soddisfatti per quello fatto finora. Adesso bisogna promuovere la formazione di meetup seri ed efficaci e da qui si dovrà attendere la germinazione di nuove liste».
Da dove si riparte?
«Noi non deponiamo le armi. Sa quanto abbiamo speso per la campagna elettorale a Cosenza? Meno di 2000 euro. Come vede, ad armi pari noi ce le giocheremmo con tutti».
Sta dicendo che l’opposizione a Occhiuto verrà condotta anche fuori dal Palazzo?
«Gli avvisi di garanzia recapitati ai dirigenti del Comune di Cosenza sono stati l’evoluzione giudiziaria di esposti del Movimento 5 Stelle. Questo è bene che si sappia».

Antonio Ricchio
a.ricchio@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x