Ultimo aggiornamento alle 23:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L'avvocatessa Mercurio e i verbali di Pulice

Da Rosina Mercurio, avvocato e commissario cittadino dell’Udc a Lamezia, abbiamo ricevuto nel giro di poche ore due mail. Nella prima ci notificava un “preavviso di querela”, istituto che noi analf…

Pubblicato il: 29/08/2016 – 7:49
L'avvocatessa Mercurio e i verbali di Pulice

Da Rosina Mercurio, avvocato e commissario cittadino dell’Udc a Lamezia, abbiamo ricevuto nel giro di poche ore due mail. Nella prima ci notificava un “preavviso di querela”, istituto che noi analfabeti del diritto disconoscevamo. Nella seconda chiede di precisare alcune cose riguardo le dichiarazioni rese dal pentito Pulice su presunti e tutti da verificare interessi delle cosche lametine per orientare il voto.
Secondo l’avvocato Mercurio, riportando i verbali del pentito la nostra Alessia Truzzolillo avrebbe dimenticato di indicare il “Bruno” quale fa riferimento: «Ha, però, dimenticato di specificare che lo stesso pentito, nelle dichiarazioni riportate, chiariva trattarsi di tale Bruno Gagliardi, e non di mio marito che di cognome fa Bruno». La sua mail prosegue: «Ad oggi non vi è stato alcun seguito alle dichiarazioni tutte del pentito, che ricordo risalgono al luglio 2015, e che io stessa, venutane in possesso per motivi strettamente professionali, sottoponevo all’attenzione di stimati colleghi penalisti, nonché del sindaco Mascaro. Infatti, nell’incontro tenutosi presso il suo studio, vista la possibilità di una mia nomina ad assessore, il sindaco Mascaro, dopo aver letto bene le dichiarazioni, mi disse che sul mio nominativo non c’erano problemi, né veti e che se il mio partito avesse indicato il mio nome sarebbe stato disponibile a nominarmi assessore. Ciò detto, si comprenderà bene il mio rammarico nel vedere strumentalizzata, a 48 ore dalla mia nomina a commissario cittadino, una dichiarazione (che dovrebbe oltretutto rimanere nell’ambito giudiziario) vecchia di un anno fa. Non immaginavo che un incarico, seppur non di vertice, potesse trasformarmi in un bersaglio mediatico, scatenando un’azione mirata a ledere la mia persona, il mio partito e gli amici con cui condivido da diversi anni l’esperienza politica. Valuterò nei prossimi giorni, superata l’amarezza del momento, insieme ai miei legali e sentiti i vertici di partito, ogni opportuna azione a tutela della mia immagine e del partito che rappresento».
Fin qui precisazioni e spiegazioni dell’avvocatessa Rosina Mercuri. Si fosse limitata a precisare e spiegare non avremmo avuto nulla da aggiungere. Invece, seguendo un pessimo canovaccio ormai abbandonato anche dalla sua parte politica, si spinge a insinuare che il nostro lavoro arriva dopo un anno e con lo scopo di condizionare la sua carriera politica facendone un, addirittura, «bersaglio mediatico». Senza nulla togliere alla grande autostima dell’avvocato Mercurio, ci limitiamo a osservare che non potevamo sceglierla come bersaglio mediatico non solo perché non è nostro costume fare questo tipo di giornalismo ma anche per il non secondario fatto che non abbiamo mai avuto l’onore di conoscerla e, fino alla lettura dei verbali di Pulice, ne disconoscevamo persino l’esistenza.
Apprendiamo che l’avvocato è venuta a conoscenza dei verbali per «motivi professionali» sottoponendoli a colleghi penalisti che l’avrebbero confortata definendo carta straccia il tutto. Stessa valutazione avrebbe dato, delle dichiarazioni di Pulice, il sindaco di Lamezia Mascaro che avrebbe anche aggiunto che quelle dichiarazioni non gli avrebbero impedito di nominarla assessore, cosa che tuttavia non ritenne di fare. E perché mai verbali che non riguardano lei ma solo tale Bruno Gagliardi dovevano interessarla tanto? Insomma quei verbali che l’avvocato Rosina Mercurio sostiene sarebbero «dovuti rimanere in ambito giudiziario», lei li ha fatti leggere a mezzo mondo, penalisti amici e sindaco compresi, solo il “Corriere” avrebbe dovuto non leggerli oppure leggerli e dimenticarli.
Un po’ singolare come posizione, sia sotto il profilo legale che politico. 

pa. po.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x