Ultimo aggiornamento alle 14:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Un percorso alla riscoperta dell'identità del territorio

COSENZA Il Centro provinciale studi urbanistici (CePSU) di Cosenza ha avviato il percorso “Identità, Patrimonio, valori dei territori provinciali” al fine di mettere in evidenza le enormi potenzial…

Pubblicato il: 08/10/2016 – 16:00
Un percorso alla riscoperta dell'identità del territorio

COSENZA Il Centro provinciale studi urbanistici (CePSU) di Cosenza ha avviato il percorso “Identità, Patrimonio, valori dei territori provinciali” al fine di mettere in evidenza le enormi potenzialità in chiave di attrattività turistica del territorio provinciale cosentino e poter affinare proposte di riqualificazione e rigenerazione urbana dei centri storici.
Il percorso tracciato si avvale della formula organizzativa in giornate di studio di area vasta ripartite in sessioni tematiche specifiche, per ciascuna delle quali qualificati relatori del mondo dell’accademia scientifica, delle professionalità tecniche e dell’associazionismo per la tutela dei beni ambientali e del territorio dibattono su temi e propongono azioni al fine di stimolare dibattito sui beni comuni e per la sostenibilità ambientale.
La formula assunta, secondo un percorso itinerante che tende a stimolare e coinvolgere i territori provinciali andando sui luoghi ed avviando un dialogo cooperativo con il mondo delle istituzioni locali, ha visto la prima “due giorni” nell’Alto Tirreno cosentino e Pollino occidentale, con incontri a Scalea e Verbicaro.
L’evento è nato dalla sinergia tra il CePSU, l’Ordine degli ingegneri di Cosenza, le amministrazioni comunali di Scalea e Verbicaro, il centro studi Skalia e l’associazione Prosit.
Il progetto di sensibilizzazione avviato dal CePSU, di diretta promanazione del Centro studi nazionale urbanistici (CenSU) del Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI), prevede attività di carattere ricognitorio- conoscitivo dell’ambito di riferimento, scandagliato nelle sue componenti costitutive, al fine di cogliere emergenze valoriali e rilevare situazioni di emergenza per un più compiuto ridisegno di riequilibrio territoriale volto a preservare e rendere fruibile la risorsa paesaggistico-ambientale, sociale, culturale ed economica che rende attrattivo un territorio e lo pone in posizione di valenza sua propria secondo approcci di integrazione nella contemporanea esaltazione delle specificità, in disegni armonici di territori, e non di mere successioni di confini amministrativi ed ideologici.
Le finalità specifiche di questi tavoli di studio e discussione sono individuabili nella volontà ricercata e richiesta di ascolto di tutti gli apporti, partendo dalle radici della società civile, dalle associazioni, sia professionali che sociali e no profit, per un confronto serrato su idee e sintesi proiettive da mettere a disposizione della classe dei decisori tecnico-amministrativi, per puro ed autentico spirito di servizio nei confronti del territorio analizzato/vissuto.
Le Sessioni tematiche delle “due giornate” sono state incentrate sulle tematiche di: “Valorizzazione, recupero e rigenerazione”, “Vulnerabilità sismica e risposta dei materiali antichi”, “Archeometria e tutela del patrimonio”, “Valori, risorse ed economie dei territori”.
Un bel traguardo raggiunto che guarda già verso prossime giornate di studio su tematiche di valorizzazione e protezione di un territorio multisfaccettato per bellezze ambientali e culturali ma anche per criticità di carattere sismico e idrogeologico.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x