Ultimo aggiornamento alle 21:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Gotha, via agli interrogatori

REGGIO CALABRIA È iniziato questa mattina fronte al gup di Reggio Calabria il procedimento con rito abbreviato Gotha, scaturito dalla riunificazione delle inchieste Mammasantissima, Fata Morgana, S…

Pubblicato il: 29/03/2017 – 13:49
Gotha, via agli interrogatori

REGGIO CALABRIA È iniziato questa mattina fronte al gup di Reggio Calabria il procedimento con rito abbreviato Gotha, scaturito dalla riunificazione delle inchieste Mammasantissima, Fata Morgana, Sansone, Sistema Reggio e Alchemia che l’estate scorsa hanno iniziato a svelare il volto della direzione strategica della ‘ndrangheta. Fra gli imputati, c’è anche l’avvocato Giorgio De Stefano considerato non solo storico consigliori dell’omonimo clan, ma anche uno degli uomini della “cupola” segreta della ‘ndrangheta.

GLI IMPUTATI Il legale si aggiunge al drappello di 36 imputati che hanno scelto per il rito premiale. Fra loro ci sono tratta di l’ex vicepresidente di Fincalabra, Nuccio Idone, l’ex sindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina, gli imprenditori Emilio Angelo Frascati e Gaetano Tortorella, il commercialista Natale Saraceno, l’avvocato Paola Colombini, il pentito Roberto Moio, insieme a Antonio Araniti, Giovanni Cacciola, Angela Chirico, Domenico Chirico, Domenico Chirico (cl.88) Francesco Chirico, Bruno Nicolazzo, Antonio Nicolò, Lorena Franco, Roberto Franco, Pasquale Massimo Gira, Domenico Marcianò, Maria Rosa Martino, Giovanni Sebastiano Modafferi, Alessandro Nicolò, Carmelo Salvatore Nucera, Giovanni Pellicano, Giuseppe Rechichi, Saveria Saccà, Michele Serra, Giuseppe Smeriglio, Domenico Stillitano e Mario Vincenzo Stillitano.

GLI INTERROGATORI Rigettate in blocco tutte le eccezioni che in apertura di udienza i legali hanno presentato, il gup ha dato il via all’esame degli imputati che hanno chiesto di essere sentiti. Si tratta dell’ex numero 2 di Fincalabra Idone, del cancelliere della Corte d’appello Inuso, di Saveria Saccà e Domenico Stillitano. Il primo a sottoporsi al fuoco incrociato delle domande dei pm è stato Idone, che si è presentato in udienza “armato” di due faldoni di documentazione, pronto a spiegarla ed illustrarla foglio per foglio. L’esame va avanti già da un paio d’ore e secondo molti dei legali presenti in udienza potrebbe andare avanti per tutta la giornata.

Alessia Candito
a.candito@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x