Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Edilizia, l'allarme di Berna: «Il sistema è crollato, si rischia effetto a catena»

CATANZARO «Il settore delle costruzioni in Calabria sta per arrivare a un punto di non ritorno. Tutti i dati, sia quelli relativi al fatturato delle imprese che alla forza lavoro occupata, indicano…

Pubblicato il: 05/04/2017 – 12:47
Edilizia, l'allarme di Berna: «Il sistema è crollato, si rischia effetto a catena»

CATANZARO «Il settore delle costruzioni in Calabria sta per arrivare a un punto di non ritorno. Tutti i dati, sia quelli relativi al fatturato delle imprese che alla forza lavoro occupata, indicano il crollo del comparto. E in questi anni il trend è stato, purtroppo, costantemente negativo». Lo afferma, in una nota, il presidente di Ance Calabria, Francesco Berna.
«Come associazione di categoria regionale – aggiunge – abbiamo sempre denunciato che, pur a fronte di una mole ingente di risorse a disposizione dei vari enti locali calabresi, Regione, Comuni, Province e Città metropolitana di Reggio, si assiste a un’assoluta incapacità di spesa. Le risorse non si traducono in cantieri e ciò è ascrivibile alla presenza di tutta una serie di “colli di bottiglia” che, purtroppo, la politica a ogni livello non riesce ad affrontare e risolvere. La nostra è una regione in cui si registra una costante incapacità di programmazione e i pochi progetti che nascono sono di scarsissima qualità, mentre la burocrazia a tutti i suoi livelli spadroneggia, bloccando o, nel migliore dei casi, allungando a dismisura tutte le procedure necessarie per arrivare alla cantierizzazione di un’opera. E in tutto questo caos, che è un misto di incapacità, indolenza e menefreghismo, le imprese calabresi continuano a morire e con loro anche la speranza dei lavoratori edili calabresi».
Secondo Berna, «l’edilizia e, in generale, il settore delle costruzioni, da sempre asset trainante dell’economia calabrese, se non dovesse riuscire a ripartire rapidamente è destinata a fallire rischiando, purtroppo, di trascinare con sé tutto il sistema economico e occupazionale regionale. Un dato questo, che deve essere compreso con chiarezza da tutti gli attori in campo, dai politici ai burocrati fino a tutti coloro che hanno un ruolo a qualsiasi titolo. Occorre uno sforzo comune, da parte di tutti i soggetti preposti, volto a eliminare ostacoli e incertezze. Il fattore tempo oggi è un aspetto cruciale. I tempi morti che vanno dalla fase di progettazione definitiva alla cantierizzazione dell’appalto sono una delle principali cause dello stato comatoso della nostra economia. Dalla capacità di aggredire questo problema dipende la sopravvivenza lavorativa di imprese e operai. Purtroppo sempre più spesso, oggi, camminando per le strade noi imprenditori incontriamo persone, in molti casi ex operai, che vivono situazioni davvero disperate ed è preciso dovere della politica intervenire».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x