Ultimo aggiornamento alle 15:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Calabresi nel mondo, Magno: «La giunta paghi stipendi arretrati»

REGGIO CALABRIA «Gli ex lavoratori della Fondazione dei Calabresi nel mondo hanno il sacrosanto diritto di ricevere il pagamento delle mensilità arretrate risalenti al 2014 e 2015». È quanto sostie…

Pubblicato il: 27/05/2017 – 10:47
Calabresi nel mondo, Magno: «La giunta paghi stipendi arretrati»

REGGIO CALABRIA «Gli ex lavoratori della Fondazione dei Calabresi nel mondo hanno il sacrosanto diritto di ricevere il pagamento delle mensilità arretrate risalenti al 2014 e 2015». È quanto sostiene il consigliere regionale di Forza Italia, Mario Magno, in un ordine del giorno presentato a palazzo Campanella che impegna il presidente e il vicepresidente della giunta regionale. «Non può essere mortificata la dignità e non possono essere lesi i diritti di giovani professionisti e lavoratori che hanno investito tempo ed energie – aggiunge Magno – in un progetto in cui hanno creduto. Gli ex lavoratori dell’ente in house regionale, in gran parte presenti nei locali della Fondazione ogni giorno, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 17, lamentano, infatti, il mancato pagamento delle spettanze arretrate risalenti agli ultimi quattro mesi del 2014 e parte del 2015, essendo state ad essi corrisposte solo il 30% di queste spettanze».
«Va ricordato che la Fondazione dei Calabresi nel mondo – prosegue – è stata messa in liquidazione ai sensi della d.gr n. 312 del 27/08/2015 e del d.pgr. n.82 del 8/09/2015 e Mariano Calogero, nominato commissario Liquidatore dalla Regione Calabria, aveva il compito di portare a termine le operazioni relative alla liquidazione dell’ente in house entro il 31-12-2015. Questo impegno è stato disatteso in quanto, a tutt’oggi, agli ex lavoratori non sono state corrisposte le spettanze arretrate».
«La liquidazione dell’ente in house regionale potrà, infatti, considerarsi effettivamente conclusa – aggiunge il consigliere regionale – solo quando saranno soddisfatti tutti i creditori e in maniera particolare quelli privilegiati come gli ex lavoratori della Fondazione dei Calabresi nel mondo».
«Non comprendo come mai la legge regionale del 27 dicembre 2016 n. 44 (legge di stabilità regionale 2017), approvata dal Consiglio, non abbia destinato alcuna risorsa per pagare gli stipendi arretrati agli ex dipendenti della Fondazione dei Calabresi nel mondo. Ora si sopperisca a tale inadempienza: i lavoratori – conclude Magno – hanno diritto di ricevere le spettanze non corrisposte».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x