Ultimo aggiornamento alle 14:55
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La Calabria dell'esclusione finanziaria

LAMEZIA TERME Se lo sviluppo sostenibile di una società passa anche per l’inclusione finanziaria, la Calabria sembra segnare un nuovo dato negativo. Secondo l’ultimo rapporto di Banca Etica, tre pr…

Pubblicato il: 12/07/2017 – 7:08
La Calabria dell'esclusione finanziaria

LAMEZIA TERME Se lo sviluppo sostenibile di una società passa anche per l’inclusione finanziaria, la Calabria sembra segnare un nuovo dato negativo. Secondo l’ultimo rapporto di Banca Etica, tre province calabresi si trovano tra le 10 italiane che segnalano un alto tasso di esclusione finanziaria. Un indice, questo, che evidenzia come chi si trova in condizioni sociali ed economiche meno abbienti, ha più difficoltà ad accedere ai normali servizi bancari. Un dato che, oltre ad incidere sullo sviluppo della società, indica anche come spesso ciò può portare chi è in difficoltà economiche a ricorrere a metodi informali e non regolamentati e dunque illegali di prestiti.
I dati resi noti da Banca Etica, da cui risulta una forte penalizzazione per le regioni meridionali, fanno riferimento a due fattori essenziali: l’offerta di credito e la presenza di banche. E se Milano è rappresentata dallo 0% di esclusione finanziaria che è indice appunto di una maggiore inclusione, il fondo della classifica è rappresentano tra il 62% di Carbonia-Iglesias e il 51% di Agrigento. In mezzo si trovano le province calabresi: Vibo con il 60%, Crotone con il 59% e Reggio Calabria con il 55%.
Un’ulteriore focus presentato all’interno dello studio di Banca Etica sono le Città metropolitane. Anche qui evidente è la spaccatura tra Nord e Sud e a Reggio spetta il record per quanto riguarda la nuova tipologia di enti locali, seguita, con 8 punti di distacco, da Messina e Palermo.
Su base regionale, la situazione non varia di molto. Con il 53% la Calabria è la situazione più «critica» secondo il rapporto, se si osserva la media nazionale che si attesta al 23%. Tra i fattori più rilevanti che sono stati presi in considerazione su base regionale, si segnala l’indice di offerta creditizia all’11% (rispetto al 35% nazionale), il 28% di abitanti che usano internet banking (46% in Italia) e il 22% di ricchezza finanziaria contro il 55% del territorio nazionale.

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x