lunedì, 08 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 22:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Nuova tegola sulla giunta di Amantea, si dimette l’assessore al Bilancio

AMANTEA L’esecutivo Pizzino perde un altro pezzo da 90. L’assessore comunale al Bilancio Rocco Giusta ha rassegnato le proprie dimissioni. Una decisione maturata dall’esponente politico – che alle …

Pubblicato il: 25/07/2017 – 18:32
Nuova tegola sulla giunta di Amantea, si dimette l’assessore al Bilancio

AMANTEA L’esecutivo Pizzino perde un altro pezzo da 90. L’assessore comunale al Bilancio Rocco Giusta ha rassegnato le proprie dimissioni. Una decisione maturata dall’esponente politico – che alle ultime elezioni aveva totalizzato ben 400 voti – dopo che gli è stato notificato l’avviso di chiusura indagine per un’inchiesta portata avanti dalla Procura di Paola su presunte irregolarità nello svolgimento della sua attività di dottore commercialista.
Un’inchiesta condotta dalla Tenenza di Amantea e che vede appunto Rocco Giusta coinvolto nella sua veste di professionista che ha istruito la pratica finita sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti. Ed è stato lo stesso ex assessore comunale di Amantea a comunicarlo nella missiva indirizzata al sindaco Mario Pizzino con la quale l’esponente della Lista Azzurra ha rassegnato le dimissioni.
«La mia scelta – scrive Giusta – seppur sofferta è dettata dal rispetto che nutro per la mia città ma soprattutto dalla esigenza di concentrare le mie forze sulla difesa personale e professionale che sono certo mi vedrà vincitore. Lo devo alla mia giunta e alla mia città». Dopo aver ringraziato il primo cittadino per la fiducia accordata, Giusta si è detto fiducioso sull’operato della magistratura che « potrà dissolvere ogni dubbio sulla mia correttezza professionale».
Un passo indietro che suona come una nuova “tegola” per una giunta già travolta dalla tempesta scaturita dall’arresto di un altro componente della maggioranza in seguito all’inchiesta che ha portato in carcere il consigliere comunale Marcello Socievole – a cui Pizzino ha ritirato le deleghe – e al “referente” storico della lista vincitrice della competizione elettorale dello scorso 11 giugno, l’ex sindaco di Amantea Franco La Rupa.
In particolare i due sono accusati di voto di scambio – e nel caso di Socievole anche di violenza privata – proprio nell’ambito delle recentissime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale che ha visto la “Lista Azzurra” vincere la competizione contro le altre due liste in corsa.

Roberto De Santo
r.desanto@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb