Ultimo aggiornamento alle 17:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Elezioni, l'allarme dei vescovi: «Pericolo voto di scambio»

REGGIO CALABRIA «Sollecitiamo i cattolici alla presenza e alla partecipazione attiva e responsabile alle prossime elezioni politiche. E nel sostenere tale importante impegno civico, mettiamo in gua…

Pubblicato il: 31/01/2018 – 15:24
Elezioni, l'allarme dei vescovi: «Pericolo voto di scambio»

REGGIO CALABRIA «Sollecitiamo i cattolici alla presenza e alla partecipazione attiva e responsabile alle prossime elezioni politiche. E nel sostenere tale importante impegno civico, mettiamo in guardia ogni cittadino e credente dal devastante pericolo del voto di scambio, spesso praticato e mai sufficientemente denunciato». Lo affermano i Vescovi calabresi nel comunicato diramato sulla riunione della Conferenza episcopale calabra, tenutasi a Reggio. «In un contesto politico e socio-economico così delicato – aggiungono i Vescovi calabresi – non è possibile rifugiarsi in atteggiamenti qualunquisti e superficiali. Invitiamo a esercitare la propria capacità di scelta, affermando il diritto di voto come strumento imprescindibile per la crescita e il bene del Paese e delle realtà locali: non votare è lasciare che altri decidano per noi».
«Pur riconoscendo una maggiore attenzione da parte delle istituzioni, invitiamo vivamente a rafforzare tutti i presidi necessari per ridurre le carenze e i limiti strutturali ancora esistenti». Lo affermano i vescovi calabresi, facendo riferimento all’incendio nella tendopoli di San Ferdinando in cui è morta una migrante e altre due sono rimaste ferite. I vescovi calabresi individuano, in particolare, come «carenze e limiti», «i tempi nelle operazioni dei controlli previsti; il superamento nella parzialità dei servizi erogati, dei quali ancora molti restano esclusi; l’impedimento nell’allestimento di “rifugi” pericolosi per i materiali usati (legna, plastica, cartone e simili), bonificando le zone ancora interessate, individuandone altre e assicurando a tutti strutture più sicure, tende e locali nel comprensorio. Si tratta di fattori negativi che vanno al più presto rimossi e decisamente eliminati». Secondo i Vescovi, inoltre, «è urgente superare un “sistema” ormai consolidato, che resta ancora nella logica dell’emergenza, quando invece il fenomeno migratorio non è più emergenza. Di conseguenza, si rendono necessarie soluzioni che siano più rispettose della dignità del migrante». «Nell’intento di evitare che abbiano ancora a ripetersi fatti così tragici – si afferma ancora nella nota – i Vescovi auspicano una convergente e rispettosa collaborazione tra gli organismi responsabili e il volontariato».

 

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x