Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

"Hybris", Procopio assolto anche in appello

L’uomo è accusato di aver detenuto e portato in luogo pubblico un’arma. Per lui l’accusa aveva chiesto una condanna a quattro anni

Pubblicato il: 03/04/2018 – 17:30
"Hybris", Procopio assolto anche in appello

CATANZARO Assolto anche in appello Santino Procopio, coinvolto ad agosto 2014 nell’operazione Hibrys che colpì la cosca Procopio-Mongiardo di San Sostene. L’accusa nei confronti dell’imputato, difeso dall’avvocato Antonio Lomonaco, è di aver detenuto e portato in luogo pubblico un’arma semiautomatica, fatto aggravato dal metodo mafioso. Sia nel processo di primo grado, con rito abbreviato, che in appello, la pubblica accusa aveva chiesto 4 anni di reclusione per Procopio. Ma in entrambi i gradi di giudizio i giudici si sono pronunciati con una sentenza di assoluzione.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x