Ultimo aggiornamento alle 0:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Unical, due liste contro il «tiranno» Crisci

“Rinnovamento è Futuro” e “Athena” contestano la scelta di sospendere le elezioni studentesche. «Il rettore ricorre a cavilli per portare avanti il suo progetto autoconservativo»

Pubblicato il: 10/05/2018 – 19:42
Unical, due liste contro il «tiranno» Crisci

COSENZA Scade il termine del politicamente corretto. Anche le elezioni universitarie nascondono, come in tutte le competizioni elettorali del resto, gli intrighi di potere. Ognuno a suo modo cerca di farli salire a galla e questa volta a fare fronte comune sono le liste che più di tutte possono dare battaglia per il rinnovo dei rappresentanti degli studenti per il senato accademico e il consiglio di amministrazione dell’UniCal. Rinnovamento è Futuro e Athena fanno fronte comune contro il rettore. La scelta di sospendere le elezioni, fino a data da destinarsi seppur il Magnifico assicuri tempi brevi, non va giù alle rappresentanze studentesche che con un comunicato congiunto lanciano il primo dardo infuocato contro il rettore. Il livore e fermento che scorrono nelle sedi delle associazioni tra i cubi color rosso lasciano presagire che la lettera indirizzata al rettore per tramite degli organi di stampa possa essere solo il preludio a una mobilitazione o manifestazione.
LA SOSPENSIONE «La sospensione delle elezioni studentesche – scrivono le due liste – rappresenta un atto di una gravità inaudita degno di un tiranno. Le ragioni di una tale scellerata scelta, anche se apparentemente mascherate da logiche amministrative, sono di carattere prettamente politico e affondano le radici nel tempo». A spingere il rettore Crisci a firmare il decreto di rinvio è stato il ricorso agli organi di giustizia amministrativa di una studentessa militante della lista Unidea. Il rettore per evitare di inficiare il corretto svolgimento della tornata elettorale, ha chiesto un parere all’avvocatura di ateneo e un altro “pro veritate” ad un docente ordinario di diritto amministrativo. Entrambi si sono espressi a favore della sospensione delle elezioni. L’Avvocatura ha reso parere, sostenendo un probabile rischio di accoglimento del gravame, soprattutto nella fase cautelare del giudizio. L’ufficio elettorale aveva ufficializzato il 30 aprile le composizione delle liste, ma oltre al ricorso agli organi di giustizia amministrativa, la candidata Antonella Massaro di Unidea, ha «diffidato l’amministrazione a bloccare le operazioni elettorali onde evitare la preclusione alla campagna elettorale non solo per il ricorrente ma anche prescritto gli altri ammessi alla competizione elettorale».
I MOVIMENTI «Rinnovamento è Futuro e Athena, in questi anni, hanno sempre condotto la propria azione politica, sia dentro che fuori gli organi dell’ateneo, con dignità e rettitudine senza mai lasciarsi condizionare o intimidire dalla governance di questa università. Lo abbiamo fatto sempre a testa alta e schiena dritta, anche quando il rettore, pubblicamente e alla presenza di docenti quali i professori Filice e Palopoli, ha minacciato di “distruggerci” se non avessimo seguito la sua linea negli Organi. Il nostro operato, invece, non è stato mai servile, a differenza di quanto può dirsi per altri movimenti studenteschi, nati da “Unidea” perversa del rettore al fine di dividere inesorabilmente la rappresentanza studentesca». Il quadro nel quale bisogna inquadrare le parole degli studenti sembra essere questo. L’allusione è alla lista “Unidea”, che sarebbe “vicina” ai vertici del campus. Quindi il gioco sul rinvio delle elezioni sarebbe stato servito su di un piatto d’argento. Rinnovamento è Futuro ed Athena hanno un “orientamento politico” diverso. A convivere sono le anime del Partito democratico così come Fratelli d’Italia in RèF mentre ancora più variegata è la composizione di Athena. Non è un caso che sulla questione anche consiglieri regionali siano intervenuti a sostegno dei giovani studenti impegnati nella tornata elettorale. Detto questo c’è da dire che gli organi legali danno ragione al magnifico e che la sospensione in via cautelare in attesa della pronuncia del Tar fissata per metà del mese altro non faccia che tutelare gli interessi legittimi della candidata.
RISIKO «Questo scenario terrorizza un rettore che ricorre, sistematicamente, a escamotage e cavilli per impedire il normale e sano confronto democratico nell’ateneo – continuano gli studenti -. Questa volta, pur di portare a termine il suo progetto esclusivamente autoconservativo, egli si è rivolto a fantomatici luminari esterni al campus per pareri funzionali allo slittamento delle elezioni. Infatti, le argomentazioni, le modalità e i tempi usati per la sospensione di queste elezioni sono apparsi da subito ridicoli e pretestuosi in quanto anche le pietre sanno che uno studente non in regola con il pagamento delle tasse non può compiere nessun atto di carriera. Inoltre, un rettore scevro da logiche politiche di parte, prima di qualsiasi azione in merito, avrebbe dovuto convocare in maniera tempestiva almeno il presidente del Consiglio degli Studenti, la Commissione Elettorale Centrale e i responsabili delle liste per valutare insieme a loro le possibili alternative come, ad esempio, il reintegro cautelativo della candidata alla competizione elettorale in attesa della decisione del Tar. L’obbiettivo palese, che si nasconde dietro tale subdola strategia, è quello di allungare i tempi della consultazioni elettorali in modo da consentire al rettore di ricercare elementi per pervenire, in qualche altro pirotecnico modo, all’annullamento delle stesse, così come fece nel Novembre 2015, quando, a liste presentate, si rese conto che quelle a lui più vicine sarebbero state sconfitte». Elezioni rimandate e toni che si alzano, primo atto della sfida ad urne ancora sospese.

Michele Presta

m.presta@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x