Ultimo aggiornamento alle 21:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Amministrative nel Catanzarese, plebiscito per Marrelli a San Mango

Il neo sindaco ha ottenuto il 98% delle preferenze. Su 12 Comuni solo due le riconferme: a Gasperina (Gallello) e a Guardavalle (Ussi) entrambi in quota Pd

Pubblicato il: 11/06/2018 – 14:54
Amministrative nel Catanzarese, plebiscito per Marrelli a San Mango

CATANZARO Poche riconferme e molte novità. È il dato di sintesi delle elezioni amministrative in provincia di Catanzaro: al voto, in totale, 12 Comuni, tutti con popolazione inferiore ai 15mila abitanti. Tra i dati più significativi, la vittoria a valanga di Luca Marrelli (nella foto), neo sindaco di San Mango d’Aquino con quasi il 100% dei consensi, dovuti anche al sostegno del predecessore Leopoldo Chieffallo, storico volto e storico nome del socialismo calabrese.
I RICONFERMATI Due sindaci uscenti che restano alla guida dei rispettivi Municipi, il resto saranno tutti sindaci esordienti: inoltre tra i candidati c’erano anche “vecchie conoscenze”, già in passato in corsa per la carica di primo cittadino, ma nessuna di queste è riuscita a coronare il sogno del ritorno alla fascia tricolore. I sindaci uscenti riconfermati sono Gregorio Gallello a Gasperina e Giuseppe Ussia a Guardavalle. A Gasperina, Gallello (“Insieme per Gasperina”) ha ottenuto il 64% delle preferenze contro lo sfidante Domenico Lomanni, già primo cittadino gasperinese una quindicina di anni fa. A Guardavalle era sfida tra passato e presente, con il sindaco uscente a incrociare le armi con il primo cittadino di una decina di anni fa: alla fine Ussia, sindaco in carica e candidato di “Trasparenza e partecipazione”, si è riconfermato con il 55,6% sconfiggendo Antonio Tedesco.
IL PLEBISCITO PER MARRELLI Sul piano nominalistico non sarà una riconferma, ma sul piano politico la si può considerare tale, o comunque la si può considerare nel segno di una sostanziale continuità. Plebiscito per Luca Marrelli, neo sindaco di San Mango d’Aquino dopo essere stato presidente del Consiglio comunale nella consiliatura uscente guidata da Leopoldo Chieffallo, suo “maestro” e soprattutto “grande elettore”. Marrelli ha letteralmente sbaragliato il campo, raggiungendo un iperbolico 98%: a votarlo sono stati oltre 900 dei poco più di 1600 abitanti complessivi di San Mango d’Aquino, mentre il suo sfidante si è fermato al 2%. In favore di Marrelli, che guidava la lista “Volare verso il futuro”, naturalmente ha giocato il sostegno di Chieffallo, già più volte in passato sindaco di san Mango d’Aquino oltre che presidente della Provincia di Catanzaro, e consigliere e assessore regionale.
IL VOTO NEGLI ALTRI COMUNI Negli altri Comuni del Catanzaro Danilo Staglianò (“Io partecipo”) si è affermato a Cardinale (con il 61% ha superato Giuseppe Marra di“Insieme per Cardinale”), a Curinga successo per Vincenzo Serrao di “Insieme possiamo” (56,8% su Tommaso Lo Russo di “Verso il futuro”). Sfida a quattro poi a Decolatura: alla fine è stata eletta sindaco Angela Brigante di “Decollatura rinasci” (43,9%), che ha superato Luigi De Grazia (Lista unica), Mario Tomaino (“Decollatura nel cuore”), Giuseppe Musolino (“Più Decollatura”). Niente riconferma a Magisano per il sindaco uscente Antonio Lostumbo: nuovo primo cittadino sarà Fiore Tozzo di un “Paese nel Cuore” (51%). A Montauro successo per Roberto Franco (“Progetto Montauro”), che con il 50,7 ha superato di un’incollatura Giuseppe Schipani (“Lavoriamo insieme per Montauro”). A Nocera Terinese Massimo Pandolfo di “Unità popolare” con il 43,6% l’ha spuntata contro Gaspare Rocca Gaspare Rocca (“Siamo Nocera”) e Fernanda Gigliotti (“Il paese che vogliamo”), già sindaco nella passata consiliatura, chiusa anticipatamente. Nella sfida a tre di Santa Caterina Jonio ha prevalso, con il 45,/%, Francesco Severino (“Il Faro”) su Raffaele Pilato (“Cambiamo”) e Stella Criniti (“Apertamente”) . A Stalettì con il 36,5% Alfonso Mercurio (“Liberamente”) si è imposta, per soli cinque voti di differenza, sull’uscente Concetta Stanizzi (“Per Stalettì”) e anche su Pantaleone Narciso (“Ripartiamo Stalettì”), già sindaco una quindicina di anni fa. Infine, a Satriano è stato eletto sindaco Teodoro Battaglia (59,7%), che ha superato Alessandro Catalano (“Nuovamente#Satriano”) e Michele Loiero (“Salva Satriano”).

L’ANALISI POLITICA Ovviamente, non è facile attribuire colori “politici” al voto nel Catanzarese, visto che in genere i candidati sindaco erano espressione di liste civiche. Si può comunque dire che a questa tornata elettorale, in provincia, non c’erano i 5 Stelle, mentre il Pd può esultare per i successi di Gasperina con Gallello (molto vicino all’ex governatore Agazio Loiero), di Guardavalle con Ussia, di Santa Caterina con Severino (nella foto a sinistra), già consigliere provinciale con la presidenza di Enzo Bruno e molto vicino anche al governatore Oliverio, e di San Mango d’Aquino con Marrelli.

a. cant.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x