Ultimo aggiornamento alle 8:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Attentato ai carabinieri, la Cassazione: parole dei pentiti contro Graviano non bastano

Accolto il ricorso del boss di Brancaccio, arrestato lo scorso anno nel corso di un’inchiesta della Dda di Reggio. La parola passa al Riesame

Pubblicato il: 13/07/2018 – 18:08
Attentato ai carabinieri, la Cassazione: parole dei pentiti contro Graviano non bastano

ROMA Dovrà tornare di fronte a un nuovo Tribunale della Libertà l’ordinanza con cui il gip di Reggio Calabria ha disposto la custodia cautelare in carcere per il boss palermitano Giuseppe Graviano, considerato uno dei mandanti dei tre attentati contro i carabinieri avvenuto fra il ’93 e il ’94 a Reggio Calabria. La Cassazione ha accolto il ricorso presentato dalla difesa di Graviano, rinviando nuovamente di fronte ai giudici del Riesame la valutazione della posizione del boss. Per i giudici della Suprema Corte infatti, Occorre rintracciare «dirette indicazioni», sui «contatti tra Giuseppe Graviano e gli esponenti della ‘ndrangheta» rispetto «alla consumazione degli attentati contro appartenenti alle istituzioni». Invece, «gli unici passaggi motivazionali» sui «rapporti tra il boss di Cosa Nostra Graviano e i calabresi ai fini della consumazione dei delitti riguardano le dichiarazioni di Gaspare Spatuzza e poi quelle rese da Antonino Lo Giudice e Consolato Villani».

a.c.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x