Ultimo aggiornamento alle 21:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Congresso Pd, Castorina dice no alle “truppe cammellate”

Il coordinatore regionale della mozione Giachetti-Ascani interviene nel dibattito interno ai democrat regionali: «Per rilanciare il partito basta numeri dopati»

Pubblicato il: 06/02/2019 – 20:16
Congresso Pd, Castorina dice no alle “truppe cammellate”

REGGIO CALABRIA «Non arretreremo di un millimetro rispetto al nostro sogno e al nostro progetto, quello di avere un Partito democratico che possa dirsi veramente libero». Con queste parole Antonino Castorina, coordinatore regionale della mozione Giachetti-Ascani offre il suo contributo alla fase congressuale del Pd. «Il Pd calabrese è atrofizzato, per usare un eufemismo. Ha ricevuto alle ultime elezioni politiche – ricorda Castorina – una percentuale di voti molto più bassa della media nazionale, anzi insieme alle altre regioni meridionali ha contribuito in maniera determinante al disastro elettorale del partito. Oggi non è tempo di recriminazione ma un dato deve essere evidenziato: a distanza di un anno nulla è stato fatto, se non perpetuare riti, tattiche, formule astratte che appartengono a un passato molto lontano e nefasto. La mozione Giachetti rivendica invece con forza quanto hanno fatto i governi a guida Pd nella scorsa legislatura. Non è una piattaforma nostalgica ma la base su cui costruire un nuovo progetto di rilancio. Renzi aveva messo al centro della sua azione di governo il Meridione con atti concreti e da li dobbiamo ripartire». Secondo Castorina «in Calabria dobbiamo lasciarci alle spalle le convenzioni svolte, senza polemiche, rivendicazioni o spaccature e guardare alle primarie del 3 marzo, che rappresentano uno snodo cruciale per capire se ancora il popolo della sinistra del paese crede nella nostra proposta politica o se invece il Pd è un assembramento di nomenclature che tentano di gestire la sopravvivenza personale a prescindere delle sorte del partito. Io lancio un appello a tutti: il 3 marzo invitiamo la gente a votare ma non “trasportiamole” ai seggi in virtù di rapporti di amicizia. Non cadiamo nella tentazione di riempire le urne utilizzando “elenchi telefonici”. Non strumentalizziamo la gestione del potere degli enti locali. Non approfittiamo – dice il coordinatore della mozione Giachetti-Ascani – della gestione organizzativa di cui ancora disponiamo. Non facciamo tutto questo, perché le primarie serviranno per capire lo stato di salute del Pd e il suo rapporto con la società, serviranno a testimoniare se c’è un elettorato interessato alla presenza e all’utilità nel contesto calabrese del partito. Per fare questo non abbiamo bisogno di dati dopati utili solo a gonfiare il petto o a mantenere un potere inutile senza un seguito e senza un partito, perché andremo tragicamente a sbattere nei prossimi appuntamenti elettorali dove ci saranno i cittadini in carne e ossa a recarsi alle urne. Lasciamo a casa, quindi le truppe cammellate e quelle trasportate. Verifichiamo se ancora ci sono cittadini che credono in noi recandosi spontaneamente ai nostri seggi e soprattutto, se verranno, tentiamo di valorizzarli e coinvolgerli nella crescita del partito». Castorina ricorda che «alle primarie che designarono Renzi segretario si registrarono in migliaia per poi, di fatto, essere espulsi dal partito. Oggi dobbiamo recuperare quelle persone e l’entusiasmo che li accompagnava. Noi proponiamo un confronto politico vero e anche una questione drammaticamente reale, così in Calabria non si va avanti. Confidiamo in una vera disponibilità di tutti a ricercare faticosamente il bene del partito e comunque noi non arretreremo di un millimetro rispetto al nostro sogno e al nostro progetto, quello di avere un Partito democratico che possa dirsi veramente libero».
 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x