Ultimo aggiornamento alle 19:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

“Grassettopoli”, in vista un incontro tra amministratori Caraffa e società

Confronto tra il sindaco Sciumbata e i consiglieri comunali che puntano a rendere meno impattante il mega-insediamento abitativo e che adesso trovano la condivisione anche del primo cittadino

Pubblicato il: 06/02/2019 – 19:09
“Grassettopoli”, in vista un incontro tra amministratori Caraffa e società

CARAFFA Un incontro da tenersi a breve con la società “Grassetto Costruzioni” per proporre miglioramenti al progetto di insediamento abitativo che tanto sta facendo discutere a Caraffa. E’ questo, in sintesi, l’esito di un confronto tra il sindaco di Caraffa, Antonio Sciumbata, e i consiglieri comunali Raffaele Fimiano, Luigi Ciambrone e Nicola Petruzza, incontro coordinato dalla capogruppo di “Impegno Popolare”, Serena Notaro. Al centro dell’attenzione il mega-insediamento progettato dalla Grassetto Costruzioni, società già del gruppo Ligresti, per la realizzazione di un consistente numero di alloggi di edilizia pubblica – alcuni riservati anche agli appartenenti alle forze dell’ordine – e privata localizzati nell’area di Germaneto, la piana alle porte di Catanzaro. Un progetto al centro di polemiche politiche molto accese, con tanto di denunce sui rischi di una cementificazione selvaggia di un’intera area a forte vocazione ambientale e di una speculazione edilizia senza precedenti, e al centro, inoltre, di una lunga vicenda amministrativa e giudiziaria. Nell’ultimo incontro con Fimiano, Ciambrone e Petruzza, il sindaco Sciumbata ha manifestato la disponibilità, in linea di massima, della maggioranza a condividere i punti del documento depositato dai consiglieri, con l’aggiunta di Andrea Mazzei, durante il Consiglio comunale aperto del 7 gennaio scorso.
I punti su cui anche l’amministrazione adesso evidenzia condivisione sono – si legge nel documento di Fimiano, Mazzei, Ciambrone e Petruzza – «il coinvolgimento della cittadinanza, delle parti attive del paese e di tutti gli attori sociali, politici, economici, culturali operanti della nostra comunità; la non previsione nel progetto dell’accordo di programma di aree per l’istruzione pubblica e/o strutture tipologia scuole pubbliche materne o altre scuole pubbliche primarie; la rifocalizzazione dell’intervento riguardante gli alloggi dell’edilizia sovvenzionata recuperando le costruzioni vetuste del centro storico e valorizzando lo stesso, proposta ritenuta di ogni altro eventuale intervento; la rivalutazione della percentuale di perequazione urbanistica come previsto nel Piano strutturale associato maggiore rispetto a quella già individuata». Ciambrone ringraziato il sindaco «per la disponibilità», a sua volta Fimiano ha ringraziato il capogruppo di “Impegno Popolare” Notaro per «aver coordinato e voluto questo incontro nel breve termine».
Dopo l’intervento del consigliere Petruzza, la Notaro ha proposto una sintesi finale del confronto ponendo l’attenzione su due punti: un incontro tra i consiglieri e la società “Grassetto” per comunicare – ha spiegato la Notaro – «la volontà dell’intero Consiglio comunale di migliorare il progetto nell’interesse della nostra comunità», e un successivo incontro «allargato alle parti politiche, sociali ed economiche della nostra cittadina». La riunione si è conclusa con un aggiornamento all’esito dell’incontro, da tenersi a breve, con ”Grassetto Costruzioni” per proporre alla società i punti di miglioramento dell’insediamento abitativo.

Cant. A.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb