Ultimo aggiornamento alle 0:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Crotone, salta il consiglio per una febbre "di circostanza" del sindaco

I malanni del sindaco, secondo indiscrezioni, nascerebbero dalla mancanza del numero legale di consiglieri per garantire la riunione di assise per votare il bilancio di previsione

Pubblicato il: 16/04/2019 – 21:12
Crotone, salta il consiglio per una febbre "di circostanza" del sindaco

di Gaetano Megna
CROTONE Salta il coniglio comunale per la febbre del sindaco. Una febbre considerata da diverse consiglieri comunali, anche di maggioranza, di circostanza. Il sindaco, secondo queste indiscrezioni, si sarebbe fatto venire la febbre a 40 dopo avere constatato di non avere i numeri per tenere il Consiglio. D’altra parte il presidente del consiglio comunale, Serafino Mauro, ha chiamato alcuni consiglieri per essere certi della loro presenza. Con gli attuali chiari di luna, secondo quanto riferito, i consiglieri che avrebbero garantito la loro presenza, al momento dell’appello, sarebbero stati in tutto 14. Il numero legale per la validità della seduta, quindi, non ci sarebbe stato e allora meglio spostare tutto a domani, in seconda convocazione, quando si potrà garantire una presenza tale da avere il numero legale. In seconda convocazione non occorrono più 16 consiglieri. Quello di oggi era il primo appuntamento del consiglio comunale dopo le elezioni provinciali, che hanno registrato l’accordo tra la “Prossima Crotone”, la coalizione che ha eletto Pugliese, ed una parte del Partito democratico. Non tutti i consiglieri del Pd di Crotone, però, sono disponibili a sostenere la maggioranza di Pugliese. Sicuramente non lo è Rosanna Barbieri, che il Pd aveva candidato a sindaco ed era stata battuta al ballottaggio da Pugliese. Al primo turno la Barbieri aveva preso più voti di Pugliese, che aveva potuto ribaltare il dato, grazie al contributo avuto da una parte del Pd . Oltre a Barbieri non è disponibile a votare a favore della maggioranza l’ex capogruppo dem Michele Ambrosio. «Senza avere fatto chiarezza su dove si vuole andare – ha detto oggi Ambrosio – non sono disponibile a sostenere la maggioranza». A chiedere il rinvio alla seconda convocazione è stato il presidente del Consiglio, che ha giustificato la questione con il fatto che Pugliese voleva essere presente alla seduta, in quanto tra i punti all’ordine del giorno c’era l’approvazione del bilancio preventivo 2019. C’è da dire che il bilancio preventivo proposto è stato predisposto dagli uffici, dall’assessore al Bilancio, Benedetto Proto, che ha anche la delega di vicesindaco e dallo stesso sindaco. Dovrebbe essere stato valutato anche dalla commissione consiliare e, quindi, la presenza del sindaco in Consiglio non era del tutta necessaria, a meno che non ci siano mal di pancia all’interno della stessa maggioranza. Qualche tradimento è stato registrato al voto per l’elezione del consiglio provinciale. I conti non tornano più e i voti “dei traditori” non sono al momento garantiti dall’area Pd, che ha deciso di fare l’inciucio con la “Prossima Crotone”. La febbre potrebbe essere un pretesto per prendere tempo e, quindi, potrebbe essere causata dalla situazione politica che non garantisce più la maggioranza per approvare il bilancio di previsione. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x