Ultimo aggiornamento alle 21:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Svolta nel giallo di Torvaianica, Raco ripreso con una tanica di benzina

Decisive le immagini della videosoveglianza di un distributore. Secondo gli inquirenti potrebbe essere stato il 39enne di Molochio ad uccidere Maria Corazza

Pubblicato il: 19/06/2019 – 12:03
Svolta nel giallo di Torvaianica, Raco ripreso con una tanica di benzina

Maria Carrozza e Domenico Raco

ROMA La svolta sarebbe arrivata dalle telecamere dei distributori di benzina che si trovano nell’area di litorale romano dove, venerdì scorso, sono stati trovati i corpi carbonizzati di Maria Corazza e Domenico Raco (foto Ansa/Massimo Percossi). Il giallo di Torvaianica, stando alle indiscrezioni filtrate da fonti investigative alla stampa locale, potrebbe essere vicino alla soluzione: forse è stato un omicidio-suicidio e, in particolare, potrebbe essere stato Raco, 39enne originario di Molochio (Reggio Calabria), a uccidere la 46enne di Pomezia trovata carbonizzata assieme a lui nella Ford Fiesta che la donna aveva in uso. Il sistema di videosorveglianza di uno dei distributori di carburanti controllati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati – che conducono le indagini sotto il coordinamento dalla Procura di Velletri – avrebbe ripreso Raco che, qualche ora prima che venissero ritrovati i corpi, riempiva una tanica di benzina. L’ipotesi degli inquirenti è quindi che il 39enne di Molochio possa aver portato il combustibile sul posto per poi portare la sua auto dal meccanico; quindi Maria Corazza, dopo aver accompagnato la figlia a scuola, sarebbe passato a prenderlo con la Ford Fiesta in cui entrambi sono poi stati ritrovati carbonizzati. Ovviamente si tratta ancora di un’ipotesi investigativa ma il dettaglio delle immagini di videosorveglianza non è certo di poco conto. Gli inquirenti avevano escluso sin da subito che si potesse trattare di un delitto riconducibile alla criminalità e, ora, bisognerà aspettare l’autopsia,  che sarà eseguita all’istituto di medicina legale del policlinico Tor Vergata, per capire se la donna sia stata uccisa prima che il suo corpo fosse dato alle fiamme e se Raco, nel caso in cui sia stato davvero lui, si sia lasciato ardere vivo. (spel)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x