martedì, 02 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 22:39
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 6 minuti
Cambia colore:
 

Ecco le “stelle” del Magna Graecia Film Festival 2019

Al via la 16esima edizione della kermesse che porta sul red carpet catanzarese grandi nomi del cinema nazionale e internazionale. Quest’anno ci sarà anche una sezione dedicata ai libri

Pubblicato il: 27/07/2019 – 17:50
Ecco le “stelle” del Magna Graecia Film Festival 2019

di Maria Rita Galati
CATANZARO Emozionare e riflettere, davanti ad uno specchio di mare incantato dove il riflesso della luna sulle onde metalliche diventa un riflettore sul red carpet. Sfilano sogni di celluloide, dal palco alla realtà: la madrina dell’evento Euridice Evita Axen, l’attore statunitense Christopher Lambert, leggendario interprete di “Highlander”, attori di rango nazionale come Isabella Ferrari, Valerio Mastandrea, Vinicio Marchioni, Nicolas Vaporidis, Marco Leonardi, Milena Vukotic, Francesco Pannofino, Cristina Donadio, Herbert Ballerina, Giulia Penna, e il regista Pupi Avati. Stelle del mondo del cinema che la caparbietà e la capacità di trasformare un sogno in realtà del patron del “Magna Graecia Film Festival”, Gianvito Casadonte, ‘cadono’ d’estate come nella notte di San Lorenzo dalle parti del porto di Catanzaro, nella spettacolare 16esima edizione della rassegna cinematografica che parte questa sera per animare il apoluogo di regione, e dintorni, fino al 4 agosto.
A tagliare, idealmente, il nastro dell’edizione 2019 prima di salire sul palco della struttura dove saranno proiettati i film e accolti gli ospiti che sarà capace di ospitare oltre duemila posti a sedere (anche quest’anno l’organizzazione e i servizi sono affidati alla BB Promo Service), con Gianvito Casadonte, il vicesindaco e assessore alla Cultura di Catanzaro, Ivan Cardamone, l’assessore comunale al Turismo e allo Spettacolo, Alessandra Lobello, e il presidente del consiglio comunale del capoluogo calabrese, Marco Polimeni.
«Sono felice, nel corso degli anni siamo stati bravi, dando emozioni e vivendo emozioni – ha esordito in conferenza stampa il direttore artistico e fondatore della kermesse –. Ogni anno la gente aspetta questa manifestazione con grande gioia: se non ci fosse stato l’amore come comune denominatore, l’amore per la propria terra, per le proprie radici e per i tanti giovani che stanno iniziando questo percorso, non sarebbe stato possibile trasformare il sogno in una realtà consolidata».
La giuria di quest’anno sarà presieduta da Alessandro Genovesi e sarà composta da Chiara Francini, Dino Abbrescia, Claudia Potenza, Dario Bandiera e lo stesso Vaporidis. Sette le opere, prime e seconde, in concorso: si parte stasera con “L’Eroe” di Cristiano Anania, quindi seguiranno “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca, “Euforia” di Valeria Golino, “In Viaggio con Adele” di Alessandro Capitani, “Ride” di Valeria Mastandrea, “Drive me home” di Simone Catania e “Domani è un altro giorno” di Simone Spada. Le colonne d’oro per i premiati saranno realizzate dal maestro orafo Michele Affidato. Nella serata finale del 4 agosto Pupi avato sarà premiato con la “Colonna d’Oro” alla carriera.
«Questa edizione del “Magna Graecia Film Festival” – ha detto il direttore artistico Casadonte – sarà importante, perché potremo celebrare tanti ritorni ma anche conoscere tanti giovani talenti. Abbiamo una grande selezione, che sono convinto ci darà grandi emozioni e ci farà anche riflettere e ci scuoterà perché in più di un film in concorso si affronta, in modo elegante e delicato, il tema della morte». Casadonte ha poi rimarcato una peculiarità del Festival: «Con grande sacrificio questa manifestazione continua a essere gratuita, e non è una cosa così scontata. Ci sono alcune produzioni – ha sottolineato il direttore artistico del Mgff – che mi hanno chiesto di mettere il ticket, ma non lo voglio fare perché voglio che le famiglie possano venire a vedere le opere prime e seconde, che le famiglie che non hanno la possibilità di pagare più biglietti possano avere le stessa possibilità di chi può pagare. È una missione riuscire a mantenere la gratuità, ed è l’unica manifestazione di questo livello a essere gratuita». Casadonte ha poi rilevato: «Il Festival di Venezia si fa da 76 anni, Taormina da 65 anni. Se 65 anni fa a Catanzaro ci fosse stato un ragazzo forse avremmo avuto qualche occasione in più. Mi spiace constatare – ha sostenuto il direttore artistico del Mgff – che spesso manca la cultura per capire questo passaggio, manca la conoscenza. Per fortuna siamo riusciti a storicizzare questo evento. La Calabria ha il grande problema di non essere riuscita a storicizzare nulla, e mi auguro che tante iniziative possano essere storicizzate, perché solo in questo modo la Calabria può cambiare passo. Venite a vedere il futuro del cinema che passa da Catanzaro: cerchiamo di migliorare questa regione tutti assieme per raccontare una Calabria che si muove e che lotta per migliorare condizioni e funzioni».
In calendario anche alcune masterclass, come quella della Ferrari stasera, di Lambert domani e di Mastandrea il 31 luglio. Non mancheranno gli eventi musicali, con le performance di Teresa De Sio e della youtuber Giulia Penna. Ma la 16esima edizione del Mgff presenta una novità assoluta, perché al suo interno, dal 28 luglio al 3 agosto, sarà aperto il filone del “Magna Graecia Book Festival”, rassegna letteraria dedicata al cinema, alla musica, alla tv, alla radio e al teatro: a dirigerla lo scrittore, giornalista e critico letterario Andrea Di Consoli, collaboratore de “Il Sole 24 Ore” e “Il Mattino”, responsabile del programma televisivo “Il caffè di Raiuno” e responsabile delle Teche Rai. Ogni giorno, nelle fasce pomeridiani e serali, la città di Catanzaro sarà animata da presentazioni di libri, incontri, dibattiti con giornalisti, intellettuali e personaggi dello spettacolo, e masterclass. «Il Magna Graecia Book Festival – ha osservato Casadonte – è un progetto che con mio fratello avevamo concepito qualche anno fa ma non eravamo riusciti a metterlo a fuoco, ma averlo costruito quest’anno è motivo di grande soddisfazione. Sono convinto che negli anni avrà grande successo, perché è il primo festival dedicato ai libri sul cinema». E se per il vicesindaco, che si è complimentato con Casadonte, il Mgff rappresenta «un prodotto culturale di eccellenza, in grado di portare in alto il nome di Catanzaro, Casadonte ha ragione anche nel dire che la voglia di riscatto è il movente della Calabria. Non è facile, nemmeno attuare la scelta di campo di rimanere nella propria città».
«Il Magna Graecia Film Festival è quello ci proietta maggiormente a livello internazionale – ha aggiunto l’assessore Lobello –, valorizzare e dare spazio a queste manifestazioni fa vivere turismo, la denigrazione operata da alcuni la smentiamo con i fatti. Il Magna Graecia è un regalo che Gianvito fa alla città, cerchiamo di godercelo».
Se il “Magna Graecia film festival” arriva alla sua 16esima edizione significa che «la strada imboccata è quella giusta – conclude il presidente del consiglio comunale di Catanzaro, Marco Polimeni – l’amore di cui parlava Gianvito si affianca accanto al concetto di sogno: con grande amore diventa sogno che si realizza e si racconta. Credo che oggi non si debbano raccontare le contestazioni, ma rimarcare come siamo qui a presentare questo grande evento nonostante le amministrazioni e gli enti locali vivano grandi difficoltà. Noi lo facciamo senza ricorrere alla finanza creativa o presentando progetti roboanti che poi non si realizzano: continuiamo a contribuire a questo progetto di eccellenza con le casse in ordine». L’amministrazione comunale di Catanzaro ha premiato il merito e la competenza affidando a Casadonte anche il ruolo di sovrintendente della Fondazione Politeama, scelta ripagata con ottimi risultati in termini di qualità, presenze e abbonamenti. Insomma è il momento di privilegiare il racconto della Calabria vera e positiva, quella che nonostante i tanti problemi porta a casa il sogno del Magna Graecia Film Festival, anche perché i calabresi le difficoltà le mettono a frutto, trasformandole in uno stimolo per il successo. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb