Ultimo aggiornamento alle 8:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Coronavirus, Abramo pensa alla chiusura delle scuole. «Nei giorni scorsi pochi controlli»

Incontro nel pomeriggio tra la presidente Santelli, il prefetto di Catanzaro e i dipartimenti Salute e Protezione civile. Il sindaco chiede un vademecum per i cittadini. E propone di spendere per l…

Pubblicato il: 24/02/2020 – 12:03
Coronavirus, Abramo pensa alla chiusura delle scuole. «Nei giorni scorsi pochi controlli»

CATANZARO Questo pomeriggio alla Regione è in programma un vertice tra il presidente Jole Santelli, il prefetto di Catanzaro, i dipartimenti regionali Tutela della salute e Protezione civile per un punto della situazione sulle misure da attivare in Calabria per affrontare un’eventuale emergenza legata al Coronavirus. Lo ha reso noto il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, nel corso di una conferenza stampa con Lucio Cosco, primario del reparto di Malattie infettive dell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, individuato come il centro di riferimento per gli eventuali casi di Coronavirus.

L’INTERVENTO DI ABRAMO
L’incontro con i giornalisti, aperto anche alla cittadinanza, è stata l’occasione per illustrare le azioni predisposte per contrastare l’eventuale diffusione del coronavirus nel territorio. «Questa conferenza stampa – ha esordito Abramo – risponde in primo luogo all’esigenza di far capire alla popolazione che noi siamo attivi h24 e all’esigenza di prevenire, che è la priorità. In queste ultime ore ho ricevuto moltissime telefonate da sindaci, presidi, famiglie, ho avuto contatti con il prefetto e il presidente della Rione. Ci sarà un coordinamento di tutte le forze dell’ordine, di protezione civile, l’ospedale “Pugliese” di Catanzaro, che dev’essere allestito il prima possibile, perché non si può aspettare. C’è oggettivamente – ha detto il sindaco di Catanzaro – paura in giro: non c’è un allarme e non dobbiamo creare allarmismi ma bisogna attivarsi il prima possibile. Nella riunione odierna alla Regione, alla quale ho chiesto di partecipare, dovrà essere stilato un vademecum che dia tranquillità ai calabresi e stabilisca una linea unica e comune per tutta la Calabria con riferimento alle scuole, alle università, agli esercizi commerciali, alle manifestazioni sportive e bisogna stabilire come organizzarsi anche rispetto ai calabresi che rientrano dal Nord». Abramo ha anche «recepito le sollecitazioni e le preoccupazioni di molti dirigenti scolastici, a mio avviso giuste, e sono per la chiusura delle scuole, ma ogni decisione sotto questo aspetto dev’essere a livello regionale, anche perché in base alla legge se non c’è nessun caso non si possono chiudere le scuole. C’è il caso della Regione Liguria che in maniera preventiva ha deciso per una settimana la chiusura delle scuole d’intesa con il ministero della Sanità: io sono favorevole e l’ho anche già proposto a livello istituzionale, ma – ripeto – dev’essere una decisione da assumere a livello regionale». Secondo Abramo, inoltre, «è necessario prevenire non solo sul piano sanitario ma anche economico, perché ci potrebbe essere una grande crisi che può mettere ancora di più in ginocchio un territorio gracile come la Calabria: a mio avviso, quindi, è opportuno prevedere risorse finanziarie per affrontare questo rischio, e sotto questo aspetto – ha rilevato il sindaco di Catanzaro – intendo proporre l’utilizzo dei fondi europei finora none spesi dalla Regione Calabria chiedendo l’autorizzazione all’Ue. Nella riunione odierna alla Regione, alla quale ho chiesto di partecipare, dovrà essere stilato un vademecum che dia una linea unica e comune per tutta la Calabria con riferimento alle scuole, alle università, agli esercizi commerciali, alle manifestazioni sportive e bisogna stabilire come organizzarsi rispetto ai calabresi che rientrano al Nord». Abramo ha poi concluso: «Non ci sono stati nei giorni corsi controlli adeguati all’aeroporto, devo dirlo francamente, bisogna attivarsi prima, ma adesso sono stati attivati e l’importante è ora far partire la macchina. Poi, anche il governo si è mosso con un po’ di ritardo onestamente ma adesso si è allineato, ma adesso cerchiamo di recuperare». (a. cant.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x