Ultimo aggiornamento alle 10:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

20.20 | Invernizzi: «Ora l'emergenza. Poi le rivendicazioni». Graziano: «Il Consiglio deve insediarsi presto»

I due esponenti politici sono stati ospiti della trasmissione condotta da Danilo Monteleone e Ugo Floro. Il segretario della Lega rimanda le polemiche interne alla maggioranza al dopo emergenza co…

Pubblicato il: 18/03/2020 – 16:37
20.20 | Invernizzi: «Ora l'emergenza. Poi le rivendicazioni». Graziano: «Il Consiglio deve insediarsi presto»

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con “20.20” il faccia a faccia di approfondimento politico prodotto da Il Corriere della Calabria, andato in onda mercoledì sera alle ore 21 su L’altro Corriere tv (canale 211).
Ospiti di Danilo Monteleone e Ugo Floro, in collegamento telefonico, saranno Antonio Mastroianni (direttore Unità operativa Malattie Infettive e tropicali Azienda Ospedaliera di Cosenza), Francesco Puoci (professore Unical-Macrofarm), il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo,  il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, il segretario regionale della Lega Cristian Invernizzi, Stefano Graziano Commissario PD Calabria e Mario La Rocca (docente Geofisica – Unical).
 INVERNIZZI: «CONFRONTI RINVIATI A DOPO L’EMERGENZA» «Solo chi non conosce la Lega si stupisce di questo». Così Cristian Invernizzi ha spiegato la scelta di puntare sul nome di Nino Spirlì come componente in quota Lega all’interno dell’esecutivo Santelli. «Io lo dico da sempre – ha detto -. Alla fine la decisione spetta a Salvini che assume le informazioni e poi fa la sintesi per cui il fatto che il nome non sia girato prima non è indice di nient’altro se non del serio approfondimento fatto su tutti i vari profili».
«Ce ne sarebbero stati tanti nella Lega in Calabria capaci di fare l’assessore regionale – ha sottolineato – alla fine Salvini ha optato per Nino Spirlì. Scelta che non soltanto condivido ma appoggio pienamente. In bocca al lupo a Nino che avrà una grandissima responsabilità anche di rappresentare per la prima volta la Lega a livello regionale».
Il segretario regionale della Lega ha respinto la logica delle “poltrone”, spiegando che per combattere il virus il Carroccio ha accettato l’attuale assetto ma solo fino al termine dell’emergenza Coronavirus. «Non c’è mai stata la voglia di accaparrarsi le poltrone – ha detto – ma semplicemente di avere la legittima, secondo noi, rappresentatività all’interno della giunta sulla base dei voti ottenuti. Così non è stato». «Ma in questa fase legata all’emergenza Coronavirus – ha sottolineato – abbandoniamo polemiche, abbandoniamo le giuste e fondate rivendicazioni». «Il che, ovviamente, – ha tenuto però a precisare – non significa che, nel momento in cui il coronavirus sarà passato, non torneremo a chiedere quello che si basa sulla scelta di quasi centomila calabresi. Cioè una forte, seria, convinta possibilità per la Lega di fare la politica così come ci è stato chiesto e quindi anche avere i mezzo per far questo».
Il coronavirus, ha ribadito Invernizzi, sposta in avanti un nodo politico che prima o poi dovrà essere sciolto: «Tutte le polemiche e le rivendicazioni saranno solo rimandate a data da destinarsi, ci sarà tempo e modo di interrogarsi, di chiedere, di chiarire, cose che non mancheremo di fare, sul perché siano avvenute queste cose, ma oggi quello che ci preme veramente è far partire la macchina e dar risposte. So che sembro pedante, non mi sottraggo mai a domande anche scomode, ma il fatto di essere bergamasco e di vivere quello che potrebbe essere il contagio in Calabria mi fa pensare solo a questo».
GRAZIANO: «URGENTE L’INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO» «Siamo tutti impegnati sul Coronavirus, questa è la prima priorità dei cittadini calabresi, italiani, del mondo ormai, quindi siamo disponibili per tutto quello che si può fare e bisogna mettere in atto in questa direzione». Anche il commissario del Pd Calabria, Stefano Graziano, è convinto della necessità di affrontare prima l’emergenza. Ma proprio per questo chiede di premere l’acceleratore anche sul consiglio regionale, la cui prima riunione è stata “sconvocata”  proprio a causa dell’emergenza coronavirus. «Sul piano politico – ha detto a questo proposito – penso che sia stato un errore profondo aver rinviato il consiglio regionale, che segna anche una grande difficoltà interna alla maggioranza perché nel frattempo fa la giunta ma fa sì che tutti i mal di pancia e le difficoltà non vengano riversate dentro il consiglio regionale». «Spero che si voglia fare prestissimo l’insediamento del consiglio regionale – ha sottolineato – anche perché l’istituzione democratica deve essere nel pieno delle sue funzioni, soprattutto in un momento di grande crisi. Poi se lo si vuole fare con le modalità da remoto, in videoconferenza, lo si faccia anche in quel modo, ma si stabilisca subito la data perché ci deve essere l’insediamento del consiglio regionale».
Il commissario regionale Pd infine ha annunciato un’opposizione costruttiva: «Sulla giunta – ha detto Graziano – mi pare evidente che, tra lo spostamento del consiglio regionale e la giunta, mi pare chiaro che sia il segno della difficoltà interna. Non mi pare che produca grandi risultati. Noi ci fermiamo al dato della costituzione, che comunque è avvenuta dopo 50 giorni. Faremo un’opposizione costruttiva, lavoreremo sul piano politico per capire quali saranno i fatti. A noi interessa sostanzialmente che ci sia la giunta e che ci sia il consiglio regionale insediato, dopodiché sui fatti valuteremo l’azione della giunta».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x