Ultimo aggiornamento alle 10:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso di "Villa Torano" su La7, l'affaire tra ospiti in studio e rinunce

Non partecipa, per «motivi personali», Nuccio Azzarà, ospite fisso nelle ultime puntate in cui si è parlato di Calabria. Per la struttura interviene Giammaria Poggi. Giovedì il personale sanitario …

Pubblicato il: 26/04/2020 – 15:34
Il caso di "Villa Torano" su La7, l'affaire tra ospiti in studio e rinunce

ROMA Ancora Calabria a “Non è l’Arena“. Le telecamere della trasmissione di Massimo Giletti sono tornate a battere le latitudini calabre e si sono soffermate sul caso di “Villa Torano”. Una settimana di inseguimenti, nel senso letterale del termine, per parlare con le persone che a vario titolo sono protagoniste della vicenda. Il primo, Massimo Poggi (qui la nostra intervista), amministratore della residenza per anziani che però ha declinato ogni invito preferendo intervenire in diretta. Per questo, tra gli ospiti in studio figlio Gianmario. Non ha rilasciato dichiarazioni spiegando che tutto è stato già consegnato alle autorità competenti, invece il Dg della sanità calabrese Antonio Belcastro (qui la nostra intervista). Hanno provato a più riprese a cavargli parole di bocca gli inviati di Giletti, prima sotto gli uffici del dipartimento salute poi anche nei pressi della sua abitazione, neanche una parola è stata scucita. Come è noto, sulle dinamiche che hanno portato al contagio degli operatori e dei pazienti della struttura che si trova in provincia di Cosenza, sono in corso indagini sia da parte della procura di Cosenza che dell’Azienda sanitaria provinciale. Ma le ospitate in studio non sono finite con il rappresentante della Rsa. Ha partecipato il senatore pentastellato Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia. Non ha preso parte invece il sindacalista della Uil, Nuccio Azzarà, ospite fisso delle passate puntate di “Non è l’Arena” in cui si è parlato di Calabria. Parla di motivi personali, nel post lanciato sui social per annunciare la sua assenza. «Sono certo che la collaborazione proseguirà allorquando gli autori riterranno utile la esplicitazione di un punto di vista sindacale scevro da qualsivoglia condizionamento in relazione alle criticità generali in cui versa il territorio calabrese». Ha spiegato. Dunque, dietro la scelta, sembrerebbero non esserci motivi di natura politica o di qualsiasi altra natura.
GLI AGGIORNAMENTI DA VILLA TORANO Giovedì 30 aprile saranno più di due settimane dalla data in cui è stato certificato il primo caso nella residenza di Torano Castello, per questo i 76 risultati positivi asintomatici tra personale sanitario e pazienti, sarà nuovamente sottoposto a tampone per verificare o meno il decorso della malattia. Al momento la “paziente 1” della struttura si trova ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’Annunziata di Cosenza, mentre, 3 persone infette dal virus, risultano decedute. Si tratta di pazienti ultraottantenni, anche loro positive asintomatiche, ma con un quadro clinico particolarmente compromesso.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x