domenica, 07 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 7:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Sanità, approvato il nuovo "Decreto Calabria": due anni a verifica semestrale

Pubblicate in Gazzetta ufficiale le norme sulla proroga del commissariamento sanitario e la disciplina dei “superpoteri” affidati al commissario “ad acta” – ALLEGATO

Pubblicato il: 11/11/2020 – 8:17
Sanità, approvato il nuovo "Decreto Calabria": due anni a verifica semestrale

LAMEZIA TERME Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo “Decreto Calabria”. La sanità della Regione Calabria, quindi, resta affidata alle “cure” della struttura commissariale. E mentre il commissario designato, Giuseppe Zuccatelli, è arrivato in Calabria ieri sera, facendo “scena muta” alla stazione centrale di Lamezia Terme, l’area grillina del governo sembra voler insistere con Gino Strada. Fonti di Palazzo Chigi – come conferma anche La Stampa – riferiscono di una telefonata del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al fondatore di Emergency. Il fronte del Movimento Cinque Stelle, dunque, viaggia in direzione di Gino Strada.
Il Decreto Calabria, nel frattempo, avrà durata biennale, come specificato nell’art. 7 e ogni sei mesi dovrà essere verificato con «una relazione sullo stato di attuazione delle misure di cui al presente capo, anche con riferimento all’attività svolta dai Commissari straordinari».
Tra i passaggi salienti, quella relativa alla nomina dei commissari di Asp e Aziende ospedaliere, che verranno nominati dal commissario ad acta. «I direttori generali degli enti del servizio sanitario della regione Calabria – è riportato sempre nell’art. 7 – nonché ogni ulteriore organo ordinario o straordinario, comunque denominato, preposto ad aziende o enti del servizio sanitario regionale, eventualmente nominati dalla medesima Regione successivamente al 3 novembre 2020, cessano dalle loro funzioni dalla data di entrata in vigore del presente decreto».
Resteranno, invece, i commissari straordinari nominati dal governo dopo l’approvazione del Decreto Calabria precedente: «Fino alla nomina dei commissari straordinari ai sensi dell’articolo 2, sono esercitati i poteri dei commissari straordinari, già nominati ai sensi dell’articolo 3 del decreto-legge 30 aprile 2019 e dei direttori generali confermati dal Commissario ad acta in carica alla data del 3 novembre 2020».
Il dipartimento Tutela della Salute – è spiegato nell’atto entrato in vigore oggi – sarà slegato dalla struttura commissariale.
(Qui il documento integrale)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb