Ultimo aggiornamento alle 16:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Indennità, vitalizi e spese varie: ecco quanto costerà il Consiglio regionale nel 2021

I numeri del bilancio di previsione di Palazzo Campanella per il prossimo triennio: per gli emolumenti dei consiglieri circa 5 milioni all’anno, per le pensioni 7,7 milioni, e poi i gruppi, le stru…

Pubblicato il: 27/12/2020 – 10:30
Indennità, vitalizi e spese varie: ecco quanto costerà il Consiglio regionale nel 2021

Oltre 53 milioni di euro, di questi oltre 2,3 milioni per le indennità e rimborsi dei consiglieri regionali e altrettanti per le spese per l’esercizio del loro mandato e oltre 7 milioni per i vitalizi. Tanto costerà l’anno prossimo tenere in piedi il Consiglio regionale della Calabria, stando ai numeri contenuti nel Bilancio di previsione 2021-2023 dell’Assemblea che sarà approvato dall’aula di Palazzo Campanella martedì prossimo. Sul piano delle spese, il documento contabile fissa il fabbisogno del Consiglio regionale da chiedere alla Giunta in 55,3 milioni per il 2021, e in 56 milioni per in due anni successivi: come si può notare, anche se nel corso degli anni c’è stata una evidente contrazione dei costi di funzionamento di Palazzo Campanella si parla di cifre sempre consistenti. Il “grosso” nella voce uscita è rappresentato dalla “Missione 1, relativa all’amministrazione e al funzionamento dei servizi: è soprattutto il programma “Organi istituzionali” a pesare sul bilancio del Consiglio regionale, per complessivi 26,283 milioni previsti per l’esercizio 2021 (con lieve aumento nei due anni successivi). In questo programma sono iscritte infatti le voci di spesa relative alle indennità dei consiglieri regionali e degli assessori esterni, agli assegni vitalizi e di reversibilità, alle spese di funzionamento dei gruppi conciari, alle spese per i componenti di organismi autonomi, comitati, commissioni e Garanti vari. Giusto per citare qualche voce tra le più significative, nel Bilancio 2021-23 si prevedono 2,370 milioni all’anno per le indennità dei consiglieri regionali, a cui vanno poi aggiunti altri 2,370 milioni per le spese di esercizio del mandato, mentre per l’indennità degli assessori esterni si prece una spesa annua di 600mila euro. Poi,m tutto il “pacchetto” vitalizi e cose simili: per il trattamento di fine mandato 500mila euro, per gli assegni vitalizi 7,7 milioni all’anno e per la reversibilità ai congiunti dei consiglieri regionali deceduti 1,3 milioni. In un 2mare magno°2 di spese di vario genere, come quelle di rappresentanze o per i patrocini da parte del Consiglio regionale, dalle pieghe del Bilancio ecco poi spuntare 210.794 euro come contributo per il funzionamento dei gruppi consiliari, e 850mila euro per le spese per il loro personale. Poi, tutta la (complessivamente) misteriosa partita delle strutture speciali, mai perfettamente quantificabile: comunque, il previsionale 2021-2023 prevede una spesa di 900mila euro per il primo anno per i soli “contributi obbligatori per il personale esterno assegnato presso le strutture speciali del Consiglio regionale” e, sempre per il 2021, altri 3,1 milioni di spese per il personale esterno assegnato presso le strutture speciali e 180mila euro di rimborsi ad altre amministrazioni per il comando di personale nelle strutture speciali. Quanto ai vari Garanti, per loro mediamente si prevede un’indennità di circa 15mila euro, con ulteriori 20mila per il funzionamento del loro ufficio. Ci sono poi i consulenti esperti del Consiglio regionale, i cui compensi richiedono una spesa di 253mila euro all’anno: 86mila sono previsti per i compensi dei componenti del Corecom, 200mila per i componenti del collegio di revisione. Dal lungo elenco di spese di gestione di ogni risma, infine, emerge poi qualche “chicca”: come la previsione annua di 75mila euro per le spese di manutenzione straordinaria della sede del Consiglio regionale a Roma, di 100mila euro per le spese per la (anche questa misteriosa) Conferenza permanente interregionale per il coordinamento delle politiche dell’area dello Stretto e di 80mila euro per le spese dell’Associazione ex consiglieri regionali (quella che in genere si fa viva solo quando si tratta di opporsi alla cancellazione o alla riduzione dei vitalizi…). In finale: si è molto tagliato, ma forse si può ancora tagliare… (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb