Ultimo aggiornamento alle 22:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’episodio

Vibo, in attesa del tampone prende a pugni un volontario della Prociv

È accaduto stamattina nel palazzetto dello sport. L’operatore ha riportato la frattura del setto nasale

Pubblicato il: 19/03/2021 – 15:44
Vibo, in attesa del tampone prende a pugni un volontario della Prociv

VIBO VALENTIA  Momenti di tensione stamani al drive-in allestito nel palazzetto dello sport, a Vibo dove, da mesi, vengono effettuati i tamponi per accertare la positività al Covid-19. In base a quanto si è potuto apprendere, un uomo, regolarmente prenotato e in attesa di sottoporsi al test, ad un certo punto è andato in escandescenze e, dopo essere sceso dalla sua auto, si è diretto verso le dottoresse presenti al gazebo. In soccorso delle sanitarie è sopraggiunto un rappresentante della Prociv di Pizzo che si è frapposto innanzi all’individuo cercando di portarlo alla calma senza però riuscirci. L’uomo, sempre secondo quanto è stato riferito anche da fonti dirigenziali dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, avrebbe scagliato un pugno contro l’operatore scaraventandolo a terra. A quel punto sono intervenuti gli altri infermieri e, contestualmente, è stata allertata la polizia che è giunta immediatamente sul posto e ha preso le generalità del soggetto, la cui posizione è tuttora al vaglio della Polizia. Il rappresentante della Protezione civile è stato trasportato in ospedale per accertamenti. «È una notizia – ha dichiarato Franco Di Leo, presidente della Prociv di Pizzo – che ha sconvolto. Fortunatamente il nostro operatore sta bene anche se ha riportato la frattura del setto nasale. Gli auguriamo una pronta guarigione. Voglio però evidenziare la necessità che questi punti così delicati in cui vengono effettuati i tamponi, debbano essere presidiati almeno da una pattuglia delle forze dell’ordine anche a scopo persuasivo per chi ha cattive intenzioni». «Bisogna tutelare operatori sanitari e il personale della Protezione civile – aggiunge Di Leo – che da un anno stanno svolgendo un’attività meritoria ed è giusto che vengano protetti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb